Politica

Cinema lombardo in ottima salute. Formigoni: "Costi standard per il Fus"

Presentati i dati del successo del settore della produzione nella regione. 20 milioni di biglietti e 291mila proiezioni. "Detassare e far spendere", ecco la ricetta del governatore lombardo

Roberto Formigoni, intervenendo al convegno sul cinema in Lombardia, ha snocciolato importanti dati sul settore nella nostra regione. 291mila proiezioni, 20 milioni di biglietti e 130 milioni di euro d'incasso sono un ottimo risultato, a cui, dice il governatore, "Occorre aggiungere l'impegno delle istituzioni. 600mila euro per rilanciare Film Commission, la semplificazione burocratica per poter filmare, l'abolizione della tassa di occupazione del suolo pubblico e dell'immagine".

Oltre a questo, ricorda sempre Formigoni, "vanno conteggiati i 7,8 milioni di euro che la regione ha messo in campo per trasformare l'ex Manifattura Tabacchi in Cittadella del Cinema. E' necessario passare ora dalla logica dello Stato che spende e tassa alla logica dello Stato che detassa e fa spendere".

Per Roberto Formigoni, il cinema è un importante volano del marketing territoriale. "La distribuzione, in Italia e nel mondo, di film e fiction girate in Lombardia ne valorizza le risorse turistiche, paesaggistiche e culturali". Il governatore lombardo ha poi puntato il dito sul Fus. "Proporremo alla conferenza Stato-Regioni di applicare anche al Fondo per lo Spettacolo il criterio dei costi standard, non è bene buttare i soldi dello spettacolo nel calderone di chi li spreca".

Al convegno è intervenuto anche l'assessore comunale alle attività produttive Giovanni Terzi, capolista di Milano al Centro. "Film Commission sta lavorando egregiamente e tra l'altro produce un indotto importante per il nostro commercio, basti pensare ad alberghi, ristoranti e servizi utili per le produzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema lombardo in ottima salute. Formigoni: "Costi standard per il Fus"

MilanoToday è in caricamento