Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Immigrati clandestini, la spesa sanitaria a Milano è di 20 milioni all'anno

Molti di loro si rivolgono al pronto soccorso: pochi sanno che avrebbero diritto al medico di base

Immigrati a Milano

Costa venti milioni di euro all'anno l'assistenza sanitaria agli immigrati irregolari. Lo ha reso noto Walter Locatelli, direttore dell'Asl milanese, in una audizione alla commissione politiche sociali, a Palazzo Marino. I servizi sanitari sono quasi esclusivamente quelli resi nei pronto soccorso, il mezzo che gli immigrati irregolari "preferiscono" di gran lunga, anche se avrebbero diritto al medico di base.

Pochi lo sanno: ma i "clandestini" possono richiedere all'Asl il cosiddetto "codice Stp", ovvero straniero temporaneamente presente, e farsi assegnare un medico di base. Il fatto che siano in pochi a sfruttare quest'opportunità fa lievitare inevitabilmente il costo delle prestazioni dedicate a loro. Nel 2014, a Milano, sono stati rilasciati appena 902 codici Stp, mentre sono stati 250 da gennaio a marzo 2015.

Questa è la ragione per la quale l'Asl Milano ha stipulato una convenzione con l'Opera San Francesco, che potrà a sua volta rilasciare il codice Stp agli stranieri che si rivolgono all'ente. Nella speranza che gli irregolari con il medico di base aumentino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati clandestini, la spesa sanitaria a Milano è di 20 milioni all'anno

MilanoToday è in caricamento