rotate-mobile
Politica

Commissioni, De Marchi (Pd) "risarcita" con le pari opportunità dopo l'esclusione dalla giunta

Insediate altre tre commissioni a Palazzo Marino: nessuna sorpresa. Pacente è il presidente della commissione che si occuperà del Pnrr, Costamagna della commissione cultura

Proseguono le elezioni dei presidenti e vice presidenti di commissione a Palazzo Marino. Non ci sono state, martedì 9 novembre, sorprese rispetto a quello che era previsto in anticipo. Sono tre le commissioni istituite martedì.

Diana De Marchi, sesta per preferenze nel Partito democratico, come da previsioni riottiene la presidenza della commissione pari opportunità dopo essere stata sacrificata nelle nomine degli assessori a favore della quattordicesima per preferenze, Arianna Censi. La vice presidenza delle pari opportunità è andata a Monica Romano, sempre del Pd.

Carmine Pacente (Pd), forte della sua esperienza nel campo, superiore a quella di tutti gli altri consiglieri comunali, è presidente della commissione dedicata ai fondi europei, al Pnrr, alle politiche europee e a quelle internazionali. Il vice presidente è l'esponente di opposizione Matteo Forte, eletto nella lista Milano Popolare. Nessuna sorpresa anche per la commissione cultura, il cui presidente è Luca Costamagna (Pd), già assessore alla cultura nel Municipio 3, e la vice presidente è Alice Arienta (sempre del Pd).

Fino ad ora, l'unica incertezza riguarda la casella della vice presidenza per la commissione bilancio e patrimonio. Le opposizioni avevano indicato Chiara Valcepina di Fratelli d'Italia ma la maggioranza per ora si è dichiarata indisponibile a votarla: il posto è quindi vacante, mentre la presidente è Simonetta D'Amico del Partito democratico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissioni, De Marchi (Pd) "risarcita" con le pari opportunità dopo l'esclusione dalla giunta

MilanoToday è in caricamento