menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matteo Salvini (foto Sabrina Bignardi, Fb)

Matteo Salvini (foto Sabrina Bignardi, Fb)

Bufera su Salvini: la compagna ha un incarico in Regione da 70 mila euro

Lui la difende: "Lavorava con l'assessore al welfare da sei anni. Ha scelto di occuparsi del sociale, prima all'Asl e ora in Regione, rinunciando alla carriera di avvocato"

Un lavoro in regione, per chiamata diretta, a circa 70 mila euro all'anno nello staff dell'assessore al welfare Maria Cristina Cantù. La prescelta è Giulia Martinelli, avvocato che si occupa di disagio sociale e compagna di Matteo Salvini, segretario della Lega. E' il Fatto Quotidiano a rivelarlo, ponendo l'accento sulla "family" e ricordando quella di Umberto Bossi (il cui figlio Renzo era stato eletto nel 2010 in consiglio comunale).

La questione è stata posta in realtà dal Movimento 5 Stelle, il cui consigliere regionale Dario Violi dichiara di "vederla ogni giorno dal 27 giugno" e di avere già chiesto l'elenco completo degli incarichi e dei contratti. La polemica politica è servita. Il Partito democratico si è lanciato all'attacco, parlando di "familismo leghista".

Non si è fatta attendere la risposta di Matteo Salvini, che ricorda che la sua compagna lavora con la Cantù "da almeno sei anni, prima a Milano, poi a Legnano e ora in regione".

"E' laureata e avvocato (più brava di me) - spiega in una replica su Fb -, e ha scelto di lasciare una piu' comoda e remunerativa carriera nel privato per occuparsi di sociale, di malati di mente e di donne maltrattate, di disabili e di bimbi in difficoltà, lavorando per la Asl da ormai 5 anni, non da oggi, essendo assunta come migliaia di altre persone senza che io abbia (ovviamente) fatto nulla".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento