San Donato, il consigliere di Forza Italia si dimette per fare il prete: “Lavoro per Dio”

Manolo Lusetti lascia l'incarico di consigliere: "Ho risposto alla chiamata del Signore"

Lusetti era in consiglio da dieci anni

Dal municipio al seminario. Da giacca e cravatta all’abito talare. Dalla politica alla religione. È il percorso che ha deciso di compiere Manolo Lusetti, il consigliere comunale di Forza Italia a San Donato che ha annunciato le sue dimissioni per entrare in seminario. 

L’ormai ex politico ha voluto comunicare la sua scelta ai cittadini e lo ha fatto con una lunga lettera apparsa sul giornalino comunale. “Carissimi Concittadini, per l’ultima volta mi rivolgo a Voi scrivendo dalle pagine di questo giornale. Dopo quasi dieci anni nel nostro Comune, infatti, sto per rassegnare le dimissioni da consigliere comunale - scrive Lusetti -. Il servizio politico che ho cercato di svolgere al meglio in questi anni mi ha portato a lavorare fino al Parlamento europeo con Stefano Maullu, che ringrazio, ed è stata per me una grande lezione di vita e di “umanità vera”: le necessità delle persone non lasciano spazio alla vanità dei politici; e tanto questa vanità e volontà di supremazia sul prossimo guidano le azioni dei potenti, tanto quest’ultimi sono incapaci e disinteressati a lavorare per i bisogni dei cittadini”.

“Occorre avere come faro interiore la libertà - spiega Lusetti -, consci della dignità irripetibile di cui ogni essere umano è portatore, per poter osservare e decidere: liberi dunque dalla sottomissione a prescindere ad ideologie o ad individui, ma capaci e coraggiosi nel dire i sì ed i no utili al vero benessere personale e collettivo, contro ogni forma di sfruttamento cui la nostra società odierna della apparente libertà di pensiero, azione, comunicazione è drammaticamente densa”.

Ed è stata proprio questa libertà che lo ha convinto a rispondere “positivamente alla “chiamata” del Signore, con un desiderio: lavorare per la necessità più urgente dell’umanità, mai come oggi, cioè l’edificazione del Regno di Dio, per il quale sono nulla tutti i regni della terra offerti in cambio. Esso non è un sogno per un lontano Aldilà, ma un progetto alla portata di tutti per elevare l’umanità dalla mediocrità e dall’ingiustizia causa di infelicità, per una vita intensa e realizzata già quaggiù, quale caparra del Paradiso”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi, a conclusione i ringraziamenti. “Ringrazio Voi tutti per la fiducia concessami che ho cercato di onorare al meglio delle mie possibilità, seppur con molti limiti, per i quali e per le eventuali offese o mancanze domando perdono. Servirò ancora San Donato - la conclusione di Lusetti -, ma con la preghiera e le opere cristiane”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento