rotate-mobile
Politica

Consiglieri "cacciati" da Palazzo Marino, bagarre in videoconferenza

De Pasquale (Fi) e Forte (Mp) volevano assistere dai loro scranni in aula alla seduta di consiglio comunale in remoto. Ma l'aula non è stata ancora sanificata e i vigili li hanno allontanati

Volevano seguire il consiglio comunale (online) dall'aula di Palazzo Marino, ma i vigili li hanno allontanati. Ne è nata una bagarre in videoconferenza con accuse al vetriolo. Protagonisti il capogruppo di Forza Italia Fabrizio De Pasquale e il consigliere della lista Milano Popolare Matteo Forte, che volevano seguire dall'aula del consiglio comunale la seduta in videoconferenza di giovedì 16 luglio.

Sono mesi (da quando è scoppiata l'epidemia covid) che i consiglieri milanesi si riuniscono a distanza, e contrariamente ad altre istituzioni (tra cui Regione Lombardia) non hanno ancora ripreso le sedute "in presenza". Una situazione che, secondo De Pasquale e Forte, andrebbe ormai superata.

Così i due si sono presentati in aula per seguire con i pc la seduta di consiglio. Ovviamente non avrebbero potuto farlo, perché l'aula sarebbe chiusa e inaccessibile, visto che non è stata ancora sanificata. Dopo qualche minuto al buio (come raccontano gli stessi esponenti di centrodestra) i vigili, «su oordine del presidente del consiglio comunale», hanno chiesto loro i documenti. I due sono rimasti al buio ancora per qualche minuto e, infine, sono stati invitati ad allontanarsi.

Immediatamente i consiglieri di centrodestra collegati da remoto si sono scagliati per diversi minuti contro Lamberto Bertolé, presidente del consiglio comunale, e la maggioranza di centrosinistra: «Fascisti», «vergognatevi», «sono cose da regime». Durissimo il commento di De Pasquale in un video pubblicato su Facebook: «C'è la volontà politica di bloccare ogni controllo e contestazione da parte nostra. Possiamo dirlo, questa è una maggioranza antidemocratica. D'altronde è una maggioranza di sinistra in cui ancora alcuni si professano comunisti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglieri "cacciati" da Palazzo Marino, bagarre in videoconferenza

MilanoToday è in caricamento