Politica

Il consiglio regionale condanna all’unanimità l’attacco a Tettamanzi

Passo indietro della Lega ieri in consiglio regionale. Il Carroccio ha approvato una mozione del PD,che condanna "l'ingiustificato e inqualificabile attacco cui Tettamanzi è stato sottoposto"

Doppio passo indietro della Lega, ieri  in Coniglio regionale della Lombardia, sul cardinale Tettamanzi. Il Carroccio, con tutta la maggioranza di centrodestra, ha approvato una mozione del PD, primo firmatario il consigliere lecchese Carlo Spreafico, che letteralmente “condanna sul piano del merito e del metodo l’ingiustificato e inqualificabile attacco cui il Cardinale è stato sottoposto”.

Oltre alla mozione del PD, presentata il giorno dopo gli attacchi della Lega all’arcivescovo, ai primi di dicembre del 2009, è stata approvata con voto bipartisan anche una mozione della maggioranza che impegna la Regione, “per quanto ricompreso nelle proprie funzioni, a contribuire ad un rinnovato e sereno clima di reciproco rispetto nei confronti dell’arcivescovo di Milano”. Ma è senza dubbio il voto alla mozione del PD a destare più sorpresa.


“Prendiamo atto con soddisfazione – dichiara il consigliere regionale Carlo Spreafico – dell’approvazione delle due mozioni, che ci auguriamo rappresenti un sincero pentimento e una censura di quanto accaduto. Si tratta di un ravvedimento operoso che per essere credibile ha ora bisogno di coerente continuità e adeguata penitenza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio regionale condanna all’unanimità l’attacco a Tettamanzi

MilanoToday è in caricamento