Politica

Consiglio regionale Lombradia, nuove leggi contro l'ndrangheta

A seguito di una seduta del Consiglio regionale sono state approvate numerose leggi e documenti per la lotta contro le infiltrazioni

A partire dalla giornata di oggi, 5 Ottobre, la regione Lombardia si doterà, attraverso una legge ad hoc, di numerosi strumenti per dichiarare guerra alla criminalità organizzata.
Tra questi l'obbligo di un conto corrente unico per le aziende vincitrici di appalti pubblici, forme di sostegno agli enti locali per la riconversione sociale del patrimonio confiscato alle organizzazioni criminali, azioni formative per la polizia locale e interventi di educazione alla legalità nelle scuole.

Il Consiglio regionale della Lombardia infatti, nella seduta di oggi, ha dato l'approvazione per un documento che impegna il 'parlamento' a rinnovare l'attuale impianto normativo per rendere più efficace la battaglia contro la malavita, infiltrata ormai nell'ambito dell'economia, della società e delle istituzioni.

Si è arrivati anche ad un unanime accordo per quanto riguarda la necessità di "proporre un testo unico - si legge nel documento - che definisca lo status dell'amministratore pubblico e degli eletti in termini di incompatibilità e conflitto di interesse".

Impegno bipartisan anche ad elaborare "proposte concrete a sostegno delle imprese in difficoltà nell'ambito del credito e della lotta all'usura, grimaldello - si legge nel testo - con cui la malavita organizzata si introduce nelle attività economiche".


Ha concluso la seduta, la sollecitazione di un monitoraggio delle leggi per quanto riguarda la regolamentazione delle scommesse e degli appalti pubblici per rendere possibile il controllo sulla trasparenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale Lombradia, nuove leggi contro l'ndrangheta

MilanoToday è in caricamento