menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Corona

Fabrizio Corona

Corona rimane in carcere: "Criminale privo di scrupoli"

Una "vita lavorativa" caratterizzata da "frequentazioni criminali" e da "atteggiamenti fastidiosamente inclini alla violazione di ogni regola di convivenza civile". Lo scrive la prima sezione penale

Una "vita lavorativa" caratterizzata da "frequentazioni criminali" e da "atteggiamenti fastidiosamente inclini alla violazione di ogni regola di convivenza civile".

Lo scrive la prima sezione penale parlando di Fabrizio Corona e, in particolare, dichiarando inammissibile il ricorso presentato dal suo difensore contro la decisione della Corte d'appello di Milano di confermare la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per un anno e mezzo, che era stata disposta a carico dell'imprenditore fotografico nel 2012, prima che egli rientrasse in carcere in esecuzione di sentenze definitive.

Con la sentenza n. 20347 depositata, i giudici della Suprema Corte rilevano che 'il modus vivendi' di Corona e' "caratterizzato dalla ricerca ad ogni costo di facili (ed illeciti) guadagni e da condotte prive di scrupoli, volte ad accaparrare risorse da investire in un tenore di vita lussuoso e ricercato".

Anche il pg di Cassazione, Gioacchino Izzo, aveva sollecitato la dichiarazione di inammissibilita' del ricorso. Corona e' stato condannato a versare mille euro alla cassa delle ammende e a pagare le spese del procedimento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Cultura

    Il Teatro Parenti riparte dai bambini e apre una radio

  • Attualità

    Gli ambientalisti che protestano contro Eni nel Milanese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento