Sala: "Governo e Regione stanno lavorando sul Dpcm, ogni parola è inopportuna"

Le misure dovrebbero arrivare nella giornata di martedì 3 novembre

Potrebbe arrivare nella serata di martedì 3 novembre il nuovo Dpcm del governo per fermare l'avanzata del coronavirus. La situazione è critica sia a Milano che in Lombardia, come sottolineato dal presidente dell'ordine dei medici. Per il momento non sono ancora certe le misure che verranno adottate, anche se qualcosa è trapelato nelle scorse ore.

Il sindaco di Milano, per il momento, ha deciso di non pronunciarsi sul decreto: "Preferirei aspettare un attimo a parlare del nuovo Dpcm, perché i lavori sono ancora in corso e ogni parola rischia di essere inopportuna, posto che nascerà da un'iniziativa del governo insieme alla Regione Lombardia".

A Milano, ha continuato Sala, "si sta lavorando, ma voglio dire che da questa difficile situazione si uscirà solo tutti insieme e se tutti potranno dare il loro contributo. La comunità è larga ed è fatta di tante facce, aziende, persone, tante volontà per cui anche da questo punto di vista Milano può dare qualcosa in più, essere un esempio di cambiamento. Questa crisi è più faticosa perché inattesa, ma noi usciremo trasformati e credo che potremo essere ancora un grande esempio per tutto il Paese", ha aggiunto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento