rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Le direttive europee / Ortica / Via Arcangelo Corelli

Il Cpr di via Corelli verrà chiuso per qualche mese

Il ministro dell'Interno Piantedosi ha fatto sapere che il centro verrà chiuso per migliorare la struttura e aumentarne la capienza

Il Cpr di via Corelli a Milano chiuderà. Lo ha fatto sapere il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi rispondendo al Question Time in Senato. Il centro verrà chiuso per qualche mese, per un breve periodo, al fine di migliorare la struttura e aumentarne la capienza. 

“Faremo di tutto perché non riapra e perché quella chiusura sia definitiva”, ha commentato il capogruppo del Partito democratico in Regione Lombardia Pierfrancesco Majorino che suggerisce di utilizzare la struttura per dare un tetto a chi abita per strada. Di avviso contrario è, invece, Riccardo De Corato di Fratelli d’Italia: “Il Cpr di Milano assume un'assoluta importanza ed è fondamentale che continui a operare. Ricordo che la Lombardia è la regione che accoglie più migranti di tutte le altre in Italia, ovvero circa il 13% del totale, e che nell'area della città metropolitana milanese ci sono quasi mezzo milione di stranieri tra regolari e irregolari. Ritengo che il solo Cpr di via Corelli non sia sufficiente e che ne serva un altro in Lombardia”. 

Il ministro Piantedosi ha fatto sapere che il governo si sta impegnando per seguire le direttive europee avendo "già messo in campo diverse misure per ampliare la capacità ricettiva dei Cpr e per renderli più adeguati alle loro funzioni, anche in ragione della forte correlazione, in senso positivo, tra numero dei rimpatri e posti disponibili nelle strutture”. L’obiettivo, quindi, sarà non solo di aumentare la capienza dei centri già esistenti, ma anche quello di aprirne di nuovi. “A tal fine è in via di definizione un piano straordinario per l'individuazione di aree da destinare a tali strutture e contemporaneamente si sta procedendo a interventi di ristrutturazioni dei Cpr già attivi sul territorio nazionale oggetto di ripetuti atti vandalici da parte dei migranti stessi ospitati che danno luogo proprio a quelle situazioni di degrado denunciate”, ha concludo Piantedosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cpr di via Corelli verrà chiuso per qualche mese

MilanoToday è in caricamento