menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Craxi, Pesaro (guidata da sindaco Pd) gli dedicherà una strada. Comazzi: "Figuraccia milanese"

Di recente lo "stallo" a Palazzo Marino sulla questione della via a Craxi

Bettino Craxi si vedrà intitolata una strada a Pesaro, e la notizia è stata raccolta dal consigliere di Forza Italia a Milano Gianluca Comazzi, già promotore della recente iniziativa in aula consiliare a Palazzo Marino per fare la stessa cosa nella città in cui il leader socialista nacque e mosse la sua attività politica.

L'annuncio della via a Pesaro (una strada di 400 metri, per la cronaca, ancora in costruzione) è stato dato direttamente dal sindaco della città, Matteo Ricci, su Facebook. L'appuntamento, sempre per la cronaca, è in primavera. «E' stato protagonista della politica italiana per tutti gli anni '80. Ognuno rimane del suo giudizio sugli errori commessi e nessuno vuole rimuovere le vicende giudiziarie di Tangentopoli, ma è giunta l’ora di guardare le cose da un punto di vista storico». Così il sindaco pesarese, classe 1974 e fin da giovanissimo militante del Pds, poi Ds e Pd.

«E' un esempio di lungimiranza - commenta Comazzi - che mette ancora più in imbarazzo gli esponenti del Pd milanese: incapaci di prendere una decisione, sono stati rampognati anche dal sindaco Sala. Non paghi, hanno persino questionato sulla scelta di alcuni giovani dem, che hanno dovuto annullare un convegno sul leader socialista». Per l'esponente forzista, quindi, la maggioranza di centrosinistra milanese ha mancato di "coraggio" scegliendo di non decidere.

Come era andata a Milano

La "mozione Comazzi" per intitolare una strada a Craxi era stata di fatto ritirata dopo che in consiglio comunale non era stato raggiunto un accordo in tal senso: il Partito Democratico milanese in aula aveva deciso di demandare direttamente al sindaco Beppe Sala la scelta (in "ballo" la possibilità anche di una targa da affiggere all'edificio di via Foppa in cui Craxi visse a lungo). E il sindaco non l'aveva presa bene: aveva sbottato lamentando che la questione non si poteva ridurre a quale iniziativa prendere, dando a lui la patata bollente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento