Crisi di governo, Pisapia: "Rispettare l'impegno sull'Imu"

Il sindaco alza la voce sul rimborso ai comuni della seconda rata Imu, che per Milano "vale" 164 milioni (importantissimi)

Si teme per l'Imu dopo la crisi di governo

Con la crisi di governo in atto, per via delle dimissioni dei cinque ministri del Pdl, l'immediato timore di Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, e di tutti i suoi colleghi è che non si trovino più le risorse per il rimborso dell'Imu: un impegno che il governo Letta aveva preso con l'Anci, a copertura della seconda rata dell'Imu. 164 milioni di euro soltanto per il comune di Milano. Se non arrivassero da Roma, a pagare dovrebbero a questo punto essere i contribuenti milanesi.

Nel frattempo i consiglieri del Partito democratico si incontreranno con l'assessore al bilancio Francesca Balzani. Sul tavolo alcune questioni da "chiudere" prima di portare in aula il bilancio preventivo del 2013, tra cui anche un eventuale ritocco all'insù dell'aliquota Imu (da 0,575 per cento a 0,6 per cento) nel caso in cui fossero i milanesi a dover pagare. Ma anche questioni legate alla cultura, come i lavori per la restituzione del Teatro Lirico di via Larga alla città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

Torna su
MilanoToday è in caricamento