Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Baldini: "La regione favorisca partecipazione dell'Ucraina a Expo"

Incontro in consiglio regionale con la Baldini (Misto), Cattaneo (Ncd) e l'ex ministro della difesa Mauro. C'era anche il console ucraino a Milano

L'incontro in regione sull'Ucraina

La partecipazione dell'Ucraina a Expo 2015 era assodata fin dal 2011: faceva parte dei primi Paesi ad avere aderito all'esposizione universale. Poi avvennero i drammatici fatti di Maidan, a Kiev, e la "presa" della Crimea da parte della Russia attraverso un contestato referendum. Ben presto Kiev ha avuto ben altro a cui pensare e la partecipazione è attualmente sfumata. Ma qualcuno "rilancia": "Preparerò una mozione per chiedere che il consiglio regionale lombardo si attivi e favorisca la partecipazione dell'Ucraina a Expo", ha fatto sapere Maria Teresa Baldini, del gruppo misto (Popolari per l'Italia).

All'incontro che serviva ad annunciare l'iniziativa era presente anche Andrii Kartysh, console generale a Milano, che ha avvertito come la sbandierata volontà separatista nei territori di Donetsk e Luhansk non risponda al vero, e "anche il referendum in Crimea non è stato del tutto democratico". Il console ha poi sottolineato che la situazione attuale "di fatto è una guerra contro l'Ucraina, non una guerra civile ma l'aggressione da parte di un Paese vicino". E ha auspicato che le iniziative pacifiche prevalgano su quelle belliche.

Interventi anche di Raffaele Cattaneo (presidente del consiglio regionale) e Mario Mauro (ex ministro della difesa). Mauro ha commentato che l'Europa "non deve rinunciare a far ascoltare la voce della libertà e del diritto", mentre Cattaneo ha preferito sottolineare "il rischio di una Caporetto economica" dopo le contro-sanzioni comminate dalla Russia a Ue e Stati Uniti e - ha aggiunto - "non si può negare il diritto di chi ha una tradizione e una storia diverse di esprimere la propria soggettività, come da noi in Sud Tirolo". Secondo cattaneo il governo ucraino "dovrebbe concedere maggiore autonomia alle regioni orientali".

Le parole di Cattaneo hanno generato un vivace scambio d'idee con alcuni ucraini presenti, tra cui una rappresentante dell'associazione "Rinascimento dell'Ucraina", che da mesi organizza quasi ogni domenica manifestazioni a Milano per denunciare l'aggressione di Putin e le azioni terroristiche nell'est del Paese.

Proprio qualche settimana fa, il consiglio regionale aveva approvato due mozioni (della Lega e della Lista Maroni) schierandosi di fatto su una posizione più vicina a Vladimir Putin e a Mosca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baldini: "La regione favorisca partecipazione dell'Ucraina a Expo"

MilanoToday è in caricamento