rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica Stazione Centrale / Piazza Luigi di Savoia

Crisi Russia-Ucraina, manifestazione contro Putin a Milano

Anche domenica 2 marzo "maidan a Milano", ma alla commozione si è sostituita la rabbia contro Putin e i preparativi di guerra in Crimea

Decine di persone anche questa settimana per la manifestazione "maidan a Milano" da parte degli ucraini. Ma ai toni commossi per i cento morti di piazza Indipendenza a Kiev la settimana scorsa si è sostituita la rabbia contro il presidente russo Vladimir Putin e l'escalation militare in Crimea.

Le persone che si alternano al microfono, parlando in ucraino e in italiano, attaccano Putin per il suo imperialismo e le sue bugie (tra cui quella per la quale la Crimea sarebbe stata 'regalata' dall'Urss all'Ucraina), ma anche l'Unione europea e l'ONU per l'immobilismo che finora hanno manifestato.

Molte critiche all'atteggiamento attendista del governo italiano, che (al contrario di quanto fatto in questi giorni da Canada, Usa, Francia, Germania e Regno Unito) non si è ancora schierato in modo netto a favore della lotta del popolo ucraino.

Sotto accusa anche la maggior parte dei giornalisti italiani, colpevoli di fidarsi troppo a cuor leggero della 'versione' russa della crisi, che vorrebbe la rivolta di Kiev condotta da nazionalisti e fascisti. In piazza cartelli in italiano, inglese e ucraino: "Putin giù le mani dall'Ucraina", "Putin come Hitler", "Stop russian aggression" e così via.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Russia-Ucraina, manifestazione contro Putin a Milano

MilanoToday è in caricamento