D'Alfonso-Gabbana: "La mia frase non era parere del Comune"

Era una frase "non contenuta in un'intervista, ma estrapolata da una conversazione informale riguardante argomenti generali, che non esprimeva certo l'opinione dell'Amministrazione". E' quanto ha precisato l'assessore alle Attività produttive del Comune di Milano Franco D'Alfonso

Il tweet di Stefano Gabbana

Era una frase "non contenuta in un'intervista, ma estrapolata da una conversazione informale riguardante argomenti generali, che non esprimeva certo l'opinione dell'Amministrazione". E' quanto ha precisato l'assessore alle Attività produttive del Comune di Milano Franco D'Alfonso in merito alla frase riportata dal quotidiano Il Giornale che ha provocato la dura reazione dello stilista Stefano Gabbana.

In una nota, D'Alfonso ha voluto precisare che "da parte mia c'è l'assoluto rispetto del principio costituzionale della presunzione di innocenza fino ad una sentenza definitiva, il garantismo è un principio universale che vale per tutti. Auspico quindi che nel procedimento in corso Dolce e Gabbana chiariscano la loro posizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

Torna su
MilanoToday è in caricamento