Dalle Zone: "Dateci più soldi e più potere"

Mozione per chiedere 20 milioni all'anno per ogni consiglio di circoscrizione

Massimiliano Toscano (consiglio di zona 5)

Decentramento sì, ma (ancora) pochi soldi gestibili direttamente dalle zone di Milano. Questa, almeno, l'opinione di alcuni consiglieri dei "parlamentini" milanesi, tra cui Massimiliano Toscano (gruppo misto di zona 5) che ha presentato una mozione in merito, per chiedere alla giunta di concedere maggiori risorse economiche e maggiore partecipazione alle decisioni e più deleghe, già previste dallo statuto comunale.

"Al momento la previsione finanziaria 2015-2017 non prevede nuove risorse o nuovi capitoli di spesa", argomenta Toscano. "Se poi consideriamo che - per il nuovo consiglio metropolitano - di fatto ha votato lo 0,1% dei cittadini (l'elezione era aperta solo ai sindaci e consiglieri comunali, n.d.r.), il rischio è sempre più quello di una netta lontananza dei cittadini dalle istituzioni, a dispetto della grande importanza che le zone - o futuri municipi - potrebbero avere".

Insomma, consiglieri di zona "sviliti" nel loro lavoro e impegno, nonostante l'impegno quotidiano sui problemi di quartiere, che per ora possono segnalare agli uffici comunali e/o agli assessori. "Ma molte istanze dei consigli di zona non ottengono risposte secondo i tempi previsti", aggiunge Toscano.

Nella mozione si parla di destinare 20 milioni di euro per ogni zona, contro un'assegnazione attuale che è, mediamente, di un milione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

Torna su
MilanoToday è in caricamento