Politica

Kit per detenuti con i soldi dei biglietti della Scala. Baldini: "Vergognoso"

Dura presa di posizione della consigliera dei Popolari per l'Italia

San Vittore

Kit per detenuti con parte del ricavato della vendita di biglietti della Prima della Scala riservati al comune: l'iniziativa - che per la verità non è nuova - è stata lanciata dal consiglio comunale di Milano, incontrando l'opposizione del centrodestra (che però aveva, in anni passati, assunto iniziative analoghe proprio a favore dei detenuti).

L'idea ha incontrato la strenua opposizione di Maria Teresa Baldini, coordinatrice regionale dei Popolari per l'Italia. "Si parla solo di detenuti e si dimenticano le vittime dei reati", ha dichiarato: "Che cultura rappresenta un gesto del genere? Si scredita un simbolo come la Scala, è un grave affronto alla storia di Milano".

Alla Baldini ha riposto Alessando Giungi (Pd), uno dei firmatari della mozione. "Sconcertato dalla violenza verbale - afferma Giungi - che la Baldini riversa nei confronti non tanto del sottoscritto quanto dei detenuti che, lo si ricorda, sono ristretti per la metà in attesa di giudizio, e la metà di essi verrà poi giudicata innocente. La dignità della persona non può essere svilita per il fatto di trovarsi in stato di detenzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kit per detenuti con i soldi dei biglietti della Scala. Baldini: "Vergognoso"

MilanoToday è in caricamento