rotate-mobile
Politica

Salvini: "E' la Lega a staccare la spina a Formigoni"

Il segretario della Lega Lombarda: "Abbiamo deciso noi che questa esperienza finisce, perché in Regione è entrata la 'ndrangheta". E sulle elezioni: "Noi abbiamo Maroni, gli altri possono aggregarsi"

Matteo Salvini arriva alle tre e mezza del pomeriggio in consiglio regionale per sostenere la Lega nella decisione di dimettersi subito dal consiglio regionale e, soprattutto, di non procedere con l'ostruzionismo sulla legge elettorale. E rivendica per il Carroccio un ruolo importante nella caduta del governo di Formigoni.

"Grazie alla Lega - ha detto Salvini - che ha deciso che era ora di finirla quando c'è stata l'inchiesta su Zambetti, si voterà subito. Noi continuiamo a pensare che chiedere ai lombardi di votare 2 volte in 2 mesi sia un rompergli le scatole ma se si deve fare si faccia".

"La Lega con il nostro uomo in giunta Gibelli - ha concluso - terrà quattro occhi aperti sulla giunta attuale. Stamattina per esempio non abbiamo votato il mega centro commerciale di Rho. Per le elezioni regionali abbiamo un nostro candidato, Maroni, garanzia di antimafia: chi vuole aggregarsi potrà farlo. Credo pezzi del Pdl più che tutto il Pdl".


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini: "E' la Lega a staccare la spina a Formigoni"

MilanoToday è in caricamento