Dona online con ShinyNote, il social network per il terzo settore

ShinyNote, il social network per il Terzo Settore, da oggi raccoglie donazioni online per le storie della solidarietà

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

 

ShinyNote, il social network per il Terzo Settore, da oggi raccoglie donazioni online per le storie della solidarietà

 

Sul primo social network europeo destinato al Terzo Settore

è disponibile la piattaforma per la raccolta delle donazioni: la Cena dell’Amicizia Onlus di Milano presenta il primo progetto finanziabile online. Si può donare con carta di credito o conto PayPal.

 

 

Brescia, 15 luglio 2011

 

ShinyNote, il social network etico online dallo scorso mese di marzo, lancia oggi la propria piattaforma per raccogliere donazioni online in favore delle organizzazioni non profit – già 150 quelle registrate sul sito – per realizzare i propri progetti di solidarietà.

 

Nei primi mesi di attività, orientati a sperimentare la piattaforma e la reazione dei primi utenti, più di 1000 persone si sono registrate e hanno cominciato a usare ShinyNote.

 

ShinyNote intende avvicinare tra loro attraverso gli strumenti e le logiche dei social network i 3 milioni di italiani ed italiane che quotidianamente si impegnano nelle attività di decine di migliaia di realtà non profit in tutta la penisola e il 24% del totale della popolazione (Eurisko, 2011) che ha effettuato almeno una donazione ad un'organizzazione non profit nel 2010.

 

I fondi raccolti su ShinyNote vengono veicolati direttamente alla organizzazione non profit per finanziare uno specifico progetto, senza alcuna intermediazione di ShinyNote. ShinyNote trattiene in modo trasparente soltanto il 5% del valore della donazione a titolo di commissione per poter finanziare il proprio funzionamento. Gli esperti del settore stimano nel 30% l’incidenza media dei costi di marketing delle organizzazioni, orientati a stimolare le donazioni, mentre singole iniziative di promozione hanno costi molto più elevati, fino all’87%. ShinyNote costituisce quindi un canale aggiuntivo di raccolta fondi per le organizzazioni non profit, finalizzato a specifici progetti.

 

Dal punto di vista del donatore, la motivazione primaria a partecipare a Shinynote non è la donazione in sé (che per lo più si realizza in uno o due momenti durante l’anno), ma il contesto stesso degli scambi emozionali contenuti nelle storie e nei rapporti che si instaurano nel social network. La donazione è una naturale conseguenza dell’interesse che può maturare su un progetto, frutto di un contatto e di una relazione costruiti nel tempo. Inoltre il donatore ha la garanzia di ricevere informazioni continuative sul progetto che ha finanziato, perché l‘organizzazione che lo realizza assume questo impegno con ShinyNote.

 

Cambia una vita – dell’associazione milanese Cena dell'amicizia onlus – è il primo progetto finanziabile dagli utenti presentato su ShinyNote. Con una donazione di 20 euro gli utenti potranno così sostenere l'inserimento di una donna gravemente emarginata nel centro di accoglienza gestito dall'associazione. Con pochi euro in più – trentacinque – sarà possibile offrire medicinali e visite mediche ad un ospite dei centri di accoglienza e con 85 euro garantire un pasto caldo alle 35 persone senza dimora e agli anziani indigenti ospiti delle Cene del Martedì organizzate dall'Associazione.

 

 

«Cena dell'Amicizia si occupa di persone che sono state emarginate dalla società – afferma Massimo Acanfora, responsabile Ufficio Stampa Cena dell'Amicizia Onlus – Siamo convinti, proprio come ShinyNote – che “nessun uomo sia un’isola” e che conoscere le storie delle persone senza dimora sia il modo più efficace per fare arrivare il problema al cuore dei cittadini». Continua Acanfora: «I nostri Ospiti vengono da storie di alcolismo, disagio psichico, rottura dei legami famigliari, perdita del lavoro: contribuire – anche con una piccola donazione – significa far diventare queste storie "positive", cambiare con pazienza la vita di queste persone. I fondi servono ad accoglierli, provvedere alla più basilari necessità e poi accompagnarli nel loro percorso d'inserimento nella società».

 

 

Roberto Basso, presidente e fondatore di ShinyNote insieme a Fabrizio Trentin, esprime così la propria soddisfazione: «Siamo molto felici di lanciare oggi la prima raccolta fondi per una delle storie raccontate su ShinyNote. Sono migliaia le organizzazioni non profit che possono trarre beneficio dalla partecipazione a un social network verticale come il nostro. Mentre le grandi multinazionali della donazione dispongono di grandi budget e competono tra loro per l’attenzione dei cittadini a colpi di campagne pubblicitarie, ShinyNote fa leva sulle dinamiche sociali che oggi hanno luogo su Internet: la reputazione costruita dal basso, la qualità dei progetti realizzati, la capacità di ascoltare le persone e la predisposizione a dare informazioni continuative ai sostenitori».

 

Riferimenti web

 

Sito: www.shinynote.com
Facebook page: www.facebook.com/shinynote
Twitter page: www.twitter.com/shinynote
Youtube: www.youtube.com/shinynotetube

 

Contatti per ulteriori informazioni:

 

Simone Fogliata

simone.fogliata@shinynote.com

+39 340 1570753

skype: simone.fogliata

 

Giulia Barbieri

giulia.barbieri@shinynote.com
+ 39 329 7256461

skype: barbierigiulia@hotmail.com

 

 

 

 

 

 

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento