rotate-mobile
Politica Arconate

Tre incarichi per Mario Mantovani, la Regione lo striglia: "Dimettiti da sindaco e senatore"

Il numero uno del Pdl lombardo ha 10 giorni di tempo per sanare le posizioni

E' diventato ormai da mesi vicepresidente della giunta di Roberto Maroni (e assessore alla sanità), ma è ancora senatore e sindaco di Arconate. Stiamo parlando di Mario Mantovani, numero uno del Popolo della Libertà in Lombardia. Oggi la giunta delle elezioni della regione, che deve verificare i casi di incompatibilità, gli ha "tirato le orecchie" per questo triplo incarico. Ora Mantovani ha 10 giorni di tempo per dimettersi dal Senato e da sindaco.

E lui, interpellato, ha promesso che lo farà. "Si sapeva, rispetterò quello che dice la legge", ha affermato precisando che la procedura di decadenza da sindaco è già stata avviata. Ha anche ricordato che, finora, ha percepito unicamente lo stipendio di senatore.

L'altra incompatibilità rilevata è quella di Roberto Anelli, sindaco di Alzano Lombardo (Bg) e consigliere regionale appena eletto per la Lega Nord. Anche per lui 10 giorni di tempo per sanare la posizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre incarichi per Mario Mantovani, la Regione lo striglia: "Dimettiti da sindaco e senatore"

MilanoToday è in caricamento