rotate-mobile
Politica

Super Ecopass, i timori dei commercianti: "Ci rovina"

Incontro del Pdl con i commercianti in vista delle decisioni sull'Ecopass, che potrebbe diventare un ticket unico per tutti: "Potrebbe avere forti ripercussioni sul commercio del centro"

L'opposizione a Palazzo Marino ha organizzato un incontro con i commercianti in vista del 'Super Ecopass', allo studio del Comune di Milano, ovvero la trasformazione del ticket da 'pollution charge' a 'congestion charge'. L'iniziativa è stata del capogruppo Pdl Carlo Masseroli. 

In sostanza, c'è paura di ripercussioni sugli affari per questo nuovo possibile "balzello" che richiederebbe un biglietto da parte di tutti (non solo per chi ha le auto più inquinanti). Si disincentiva, così, tutto il traffico, non solo quello con le auto più inquinanti. "C'é grandissima preoccupazione", ha affermato Masseroli, descrivendo lo stato d'animo di commercianti e artigiani meneghini sul nuovo profilo che Ecopass potrebbe avere dopo le decisioni della Giunta.

Se la precedente versione del provvedimento, quella decisa dall'amministrazione Moratti e tuttora in vigore, "ha avuto effetti discreti con il risultato di aver incentivato le categorie produttive a ringiovanire il parco mezzi, con veicoli meno inquinanti", la cosiddetta Fase 2 del ticket "é evidente a tutti che non è un provvedimento per l'ambiente - prosegue l'esponente del Pdl, riportando gli umori degli interlocutori - , perché non ha effetti in quel campo, ma al contrario avrebbe ripercussioni nocive dal punto di vista del sistema economico della città". Il rischio della congestion charge invece, rincara Masseroli, é che "nello shopping i cittadini si troveranno a pagare l'Ecopass due volte: la prima quando entrano in centro, la seconda come rincaro sul prezzo da parte dei commercianti, con il rischio di un'ulteriore recessione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super Ecopass, i timori dei commercianti: "Ci rovina"

MilanoToday è in caricamento