rotate-mobile
Politica

Vince Obama e Formigoni viene contestato durante l'Election Night

La notte tra martedì e mercoledì, durante l'election night organizzata dal consolato americano a Milano, c'è stata una sorta di 'pre-view' delle elezioni regionali con presenti diversi politici che si stanno preparando alla sfida per il Pirellone

Ha vinto Obama e sarà ancora presidente degli Stati Uniti d'America. Ma la notte tra martedì 6 e mercoledì 7, durante l'election night organizzata alla Permanente dal consolato americano a Milano, c'è stata una sorta di 'pre-view' delle elezioni regionali con presenti diversi politici che si stanno preparando alla sfida per il Pirellone.

Ha voluto essere presente il presidente della Lombardia Roberto Formigoni. Qualche 'booh' si è sentito mentre lo speaker ha annunciato la sua presenza e una signora - invero poco americana - ha sibilato un 'fora da i ball' mentre parlava con i giornalisti.
Anche parlando con il console Kyle Scott Formigoni ha accennato alla data delle elezioni regionali anche se per questa serata si è concentrato più sul voto Usa, sottolineando che "se vincerà Romney anche la politica economica europea dovrà cambiare".
In rappresentanza della Provincia è arrivato il presidente Guido Podestà, per il Comune di Milano l'assessore alla Cultura Stefano Boeri. E hanno voluto essere presenti possibili candidati del centrosinistra alla regione come Alessandra Kustermann e Fabio Pizzul. Ma non sono mancati americani doc come Dan Peterson.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vince Obama e Formigoni viene contestato durante l'Election Night

MilanoToday è in caricamento