Martedì, 21 Settembre 2021
Elezioni comunali 2021

Municipi di Milano, i nove candidati del centrodestra (con qualche polemica)

Forza Italia preferisce tenersi il Municipio 1 (centro storico), Fdi e Lega con tre candidati (ma a volte 'pescati' da altri territori). La mappa

Ufficializzati anche per il centrodestra i nomi dei candidati alla presidenza dei Municipi di Milano. Nel 2016, lo schieramento allora guidato da Stefano Parisi ne aveva conquistati cinque su nove, strappandoli al centrosinistra che, nel 2011, aveva invece fatto 'l'en plein'. Complice anche il sistema elettorale che, caso praticamente unico in Italia, permetteva, con almeno il 40 per cento dei voti, di evitare il ballottaggio. Ora, invece, senza il 50 per cento dei voti ci sarà il ballottaggio come per il Comune.

Intense le trattative durante le settimane di agosto per 'spartire' le candidature tra i vari partiti di centrodestra. Tanto intense che, per l'ufficialità, c'è stato bisogno di attendere il deposito delle liste il 3 e 4 settembre. Ora però i 'giochi' sono fatti e le caselle riempite. Forza Italia ha ottenuto le candidature alla presidenza per i Municipi 1 e 9. Fratelli d'Italia invece ha ottenuto i Municipi 3, 7 e 8 mentre alla Lega sono andati i Municipi 2, 4 e 6 e, infine, a Milano Popolare il Municipio 5. Per le candidature, alcune sorprese.

Nel Municipio 1, un candidato 'naturale' avrebbe potuto essere Filippo Jarach che, però, ad agosto ha lasciato Forza Italia per la Lega e, tra l'altro, si è immediatamente trovato a dover fare i conti con le questioni relative all'antifascismo, dopo che il consigliere (ricandidato) a Palazzo Marino Massimiliano Bastoni ha inaugurato il suo comitato elettorale nella sede di Lealtà Azione. Il candidato presidente sarà il forzista Federico Benassati, consigliere uscente.

Nel Municipio 2, 'fortino' leghista, Samuele Piscina lascia la presidenza dopo cinque anni per candidarsi in consiglio comunale. Al suo posto un altro salviniano, Luca Lepore, assessore di Municipio uscente. Nel Municipio 3, il candidato presidente è l'esponente di Fratelli d'Italia Maurizio Gussoni, già presidente regionale della Croce Rossa e direttore del giornale dell'Aci.

Nel Municipio 4 e nel Municipio 5 il centrodestra conferma i presidenti uscenti: rispettivamente Paolo Guido Bassi della Lega e Alessandro Bramati di Milano Popolare. Dunque nessuna sorpresa in questo caso. Nel Municipio 6 si ricandida il leghista Piermario Sarina che, nel 2016, perse contro il presidente uscente (del Pd) Santo Minniti, che si ricandida a sua volta. Si riproporrà dunque la stessa sfida di cinque anni fa.

Mini bagarre al Municipio 7

Diventa un caso quello del Municipio 7. Il presidente uscente Marco Bestetti, dirigente nazionale dei giovani di Forza Italia, è stato in forse sulla ricandidatura per diverse settimane, poi ha preferito schierarsi per un seggio a Palazzo Marino (sarà tra i tre capolista). A quel punto il suo partito ha rinunciato alla 'casella' del Municipio 7 preferendo il Municipio 1 e lasciando il 'parlamentino' di Baggio e San Siro a Fratelli d'Italia, con disappunto nemmeno troppo malcelato dell'assessore forzista Antonio Salinari, che ha scritto un lungo post facendo notare tra l'altro che, per il centrodestra, il Municipio 1 è praticamente perso in partenza.

Si candiderà a presidente (in quota Fdi) Simone Orlandi, peraltro consigliere uscente del centro storico (Municipio 1). E Fratelli d'Italia ha adottato lo stesso sistema anche per il candidato del Municipio 8: si tratta di Enrico Turato, consigliere uscente del Municipio 9. Quanto al Municipio 9, infine, viene riconfermato il presidente uscente di Forza Italia Giuseppe Lardieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipi di Milano, i nove candidati del centrodestra (con qualche polemica)

MilanoToday è in caricamento