Elezioni comunali 2021

Il centrodestra non ha ancora un candidato sindaco per Milano ma, dice Salvini, «siamo in dirittura d'arrivo»

Ennesimo vertice tra i leader nel pomeriggio di mercoledì 9 giugno

«Siamo in dirittura d'arrivo». Lo ha detto Matteo Salvini, leader della Lega, intervistato da Rai News24, mercoledì mattina, spiegando che nel pomeriggio, alle due, i leader di centrodestra hanno in programma un nuovo vertice per sciogliere il nodo delle candidature a sindaco di Milano e Roma. Caselle importanti in vista delle elezioni d'autunno. E' l'ennesimo vertice che viene annunciato: il 7, il coordinatore di Forza Italia Antonio Tajani aveva assicurato che martedì 8 sarebbero usciti i nomi dei candidati. Siamo al 9, i nomi non sono usciti e Salvini annuncia un altro vertice.

Tuttavia, stavolta non si promette nulla. «Siamo ormai in dirittura d'arrivo», ma non è detto che sia già il momento di fare uscire un nome dal cilindro. «Non decido da solo, siamo una squadra e decidiamo insieme», ha affermato Salvini aggiungendo che «ci sono uomini e donne che si sono messi a disposizione. Roma e Milano sono le due città più belle, più importanti e peggio amministrate. Ci siamo presi qualche tempo in più per scegliere la squadra, non solo il candidato. La riunione di oggi sarà un altro passo in avanti».

L'impressione, comunque, è che il centrodestra faccia fatica (almeno su Milano) a trovare qualcuno che racchiuda determinate caratteristiche tutte insieme: un profilo civico (come era Gabriele Albertini, come in fondo era Letizia Moratti che pure era già stata ministro, come era Stefano Parisi nel 2016) e la capacità di parlare con mondi diversi dal centrodestra classico. L'ultimo nome emerso in ordine di tempo è quello di Oscar di Montigny, top manager di Mediolanum. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra non ha ancora un candidato sindaco per Milano ma, dice Salvini, «siamo in dirittura d'arrivo»

MilanoToday è in caricamento