Elezioni comunali 2021

Si difende la candidata di Fdi Valcepina: "Macchina del fango, mai finanziamenti in nero"

Diffida a Fanpage e La7. E sulle frasi antisemite: "Non rappresentano minimamente i miei valori: situazioni carpite in un contesto privato"

La candidata alle elezioni comunali di Fratelli d'Italia Chiara Valcepina, avvocata e consigliera dell'ordine degli avvocati di Milano, ha diffidato Fanpage e La7 dal diffondere il servizio da cui si evince un presunto meccanismo di finanziamento elettorale in nero, con allusioni al fascismo, al nazismo e all'antisemitismo, da parte dell'eurodeputato milanese Carlo Fidanza (autosospesosi da ruoli nel partito) e dello storico esponente della destra cittadina Roberto Jonghi Lavarini, già presidente del consiglio di zona 3 di Milano per Alleanza Nazionale.

"La macchina del fango che da ieri sera mi sta colpendo sul piano personale, professionale e politico mi lascia senza parole", il commento di Valcepina: "Chiunque mi conosca e chiunque abbia giudizio si rende conto al primo sguardo che quello di Fanpage andato in onda su La7 nella trasmissione Piazzapulita, è un video montato ad arte per sottolineare pochi secondi di commenti privati rilasciati in uno dei rari contesti goliardici a cui sono stata invitata come candidata, nell’ambito di un impegno elettorale che sto affrontando con serietà e che mi ha visto partecipare a moltissimi altri eventi e a mettere in campo tutta me stessa - le mie competenze, la mia storia, la mia vita intera - per il prossimo".

Nel video, Valcepina viene definita "vera camerata" e Jonghi e Fidanza si lasciano andare a battute piuttosto forti ("Heil Hitler", "ha la svastica tatuata, bravo", "serve un amico ebreo"). "Frasi e gesti ripresi in quei video sono una speculazione e non rappresentano minimamente i miei valori: ribadisco che si è trattato di situazioni artatamente carpite in un contesto privato", scrive ora Valcepina in una nota.

"Nessun fondo irregolare per la mia campagna"

"Ai miei amici e conoscenti - prosegue la candidata di Fratelli d'Italia - ribadisco in modo fermo e fiero che la mia campagna elettorale non è stata in alcun modo finanziata da fondi irregolari. Ci tengo a precisare che ogni spesa è tracciata e legittima, essendo avvenuta come da disposizioni di legge. Quello di ieri sera è un attacco vergognoso che arriva a poche ore dalle elezioni amministrative che mi hanno vista fieramente in prima linea per promuovere un’alternativa di governo a Milano. Ne sono vittima e userò ogni strumento legale per rendermi giustizia". Non manca un accenno ai giornalisti Formigli, Cancellato, Biondi e Piscitelli, di Fanpage e La7: "Se ai signori Formigli, Cancellato, Biondi e Piscitelli appartiene l’onestà intellettuale, abbiano la correttezza di rilasciare con la stessa eco mediatica l’intero contenuto delle ore registrate, senza eliminarne le parti da cui emergerebbe la rappresentazione veritiera e completa della vicenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si difende la candidata di Fdi Valcepina: "Macchina del fango, mai finanziamenti in nero"

MilanoToday è in caricamento