Venerdì, 22 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2021

"A Milano la sfida è ancora aperta": cosa ha detto Meloni durante il comizio in Duomo

Secondo la leader di Fdi la sfida per Milano è decisamente aperta ma diversi sondaggi indicano Sala in vantaggio

Manca una settimana alle elezioni comunali di Milano. Diversi sondaggi indicano Sala come il candidato in vantaggio con un largo margine (alcuni lo danno vincitore già al primo turno) ma secondo Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, la sfida è ancora aperta. Lo ha detto durante il comizio elettorale "L’Italia del riscatto", organizzato in piazza Duomo a Milano nel pomeriggio di sabato 25 settembre.

Meloni non ha fatto pronostici sui numeri, anzi: "Non credo affatto che il risultato delle elezioni a Milano, così come nelle altre città, sia scritto. Combatteremo fino alla fine. Puntiamo alla vittoria, sia chiaro". Meloni ha poi detto che non è interessata a racimolare più voti della Lega: "Fratelli d’Italia voleva superare i Cinque Stelle e c’è riuscita. Voleva superare il Pd e c’è riuscita e sta bene così".

La leader di Fdi ha continuato dicendo di essere soddisfatta della partecipazione all’evento all'ombra della Cattedrale: "Piazza Duomo piena così, se me lo avessero detto qualche anno fa non ci avrei creduto". Successivamente ha attaccato candidato sindaco del centrosinistra Beppe Sala: "Giuseppe Sala ha lavorato così bene come dicono? No. Che Sala ha lavorato bene, andiamolo a raccontare a chi vive nelle periferie abbandonate mentre la sinistra è chiusa nei salotti".

Non solo, Meloni ha poi annunciato che prima della fine della campagna elettorale il centrodestra organizzerà un'iniziativa comune: "Stiamo lavorando per fare un’iniziativa nella quale i cittadini sappiano che tutti insieme convintamente sosteniamo Luca Bernardo e gli altri candidati". Bernardo ha poi commentato le polemiche dei giorni scorsi (il vocale in cui annunciava il suo ritiro se non fossero arrivati i bonifici dai partiti e la sua personale teoria del complotto): "Siamo una famiglia, siamo solidi e siamo insieme. Ci parliamo, parliamo con onestà e sicurezza. Non abbiamo paura. Qualcun altro ha paura di parlare in pubblico. Loro (il centrosinistra, ndr) sono spaccati, sono divisi. Li manderemo a casa il 3 e 4 ottobre".

Poco dopo la fine del comizio (dopo alcuni tafferugli con le forze dell'ordine) sono entrati in Piazza Duomo diversi attivisti Novax e Nogreenpass che hanno insultato i militanti di Fratelli d'Italia; l'auto di Meloni è rimasta bloccata per qualche istante a causa della manifestazione non autorizzata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Milano la sfida è ancora aperta": cosa ha detto Meloni durante il comizio in Duomo

MilanoToday è in caricamento