Sabato, 18 Settembre 2021
Elezioni comunali 2021

Elezioni comunali 2021, le regole per votare in pandemia covid

Tutte le prescrizioni: all'elettore non viene misurata la temperatura

Come nel 2020, i Ministeri della Salute e dell'Interno hanno disposto un protocollo per le elezioni che si svolgeranno il 3 e 4 ottobre 2021 (a Milano si vota per il sindaco e il consiglio comunale, con eventuale ballottaggio dopo due settimane). Con la pandemia covid non ancora cessata, infatti, occorrono misure di prevenzione idonee ad evitare che i seggi elettorali si trasformino in luoghi di facile contagio. Alle urne sono chiamati quasi quindici milioni di elettori in tutta Italia. 

Percorsi dedicati, distanziamento e mascherine

Anzitutto occorrerà prevedere percorsi dedicati per l'ingresso e l'uscita, con una chiara segnaletica, separando i flussi in modo netto. Sarà poi previsto il contingentamento degli accessi nell'edificio elettorale, creando eventualmente apposite aree di attessa all'esterno. I locali adibiti a sezione elettorale devono prevedere un ambiente ampio per consentire il distanziamento di almeno un metro tra i componenti di seggio e tra questi e gli elettori, nonché la distanza di due metri dall'elettore mentre questi viene identificato (e gli viene chiesto di togliere la mascherina).

I locali adibiti a sezione elettorale devono poi consentire un'areazione regolare e sufficiente. La pulizia profonda verrà effettuata prima dell'avvio delle operazioni di voto e al termine di ogni giornata, secondo le direttive dell'Istituto Superiore di Sanità e della circolare del Ministero della Salute del 22 maggio 2020. Ma anche durante le operazioni di voto si provvederà periodicamente a sanificare tutte le superfici (tra cui tavoli e cabine elettorali).

Nessuno misurerà la temperatura agli elettori

E' nella responsabilità individuale dell'elettore recarsi al seggio soltanto se non ha una sintomatologia respiratoria o una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi, oppure se non è stato in quarantena o isolamento negli ultimi quattordici giorni, o ancora se non è stato a contatto con persone positive negli ultimi quattordici giorni. All'accesso ai seggi non verrà dunque misurata la temperatura.

Per accedere al seggio elettorale, tutti gli elettori e anche ogni altro soggetto che ne ha diritto (come i rappresentanti di lista) devono indossare la mascherina e igienizzare le mani presso la porta. L'igienizzazione deve essere ripetuta prima di ricevere la scheda e la matita. Si consiglia poi una terza igienizzazione prima di lasciare il seggio.

I componenti della sezione elettorale devono indossare la mascherina chirurgica sostituendola ogni quattro-sei ore e, comunque, ogni volta che risulti inumidita, sporca o renda difficoltosa la respirazione, e dovranno igienizzare frequentemente le mani. Il protocollo consiglia l'uso dei guanti solo per le operazioni di spoglio delle schede. 

Sezioni ospedaliere e voto a domicilio per covid

Negli ospedali con 100-199 posti letto e reparti covid vegnono costituite le sezioni elettorali ospedaliere, che provvederanno anche alla raccolta del voto domiciliare dei malati covid o di coloro che sono in quarantena o isolamento; queste sezioni ospedaliere raccoglieranno inoltre il voto dei ricoverati presso reparti covid di strutture sanitarie con meno di 100 posti letto. Nei comuni in cui non vi siano strutture sanitarie con 100-199 posti letto, idonne per la costituzione di sezione elettorale ospedaliera, possono essere istituiti seggi speciali che raccolgano il voto degli elettori a domicilio per covid. 

Gli elettori in terapia domiciliare per covid o in quarantena o isolamento devono comunicare al proprio comune di residenza la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio, tra il decimo e il quinto giorno antecedente quello della votazione, con un certificato medico non anteriore al quattordicesimo giorno prima del voto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali 2021, le regole per votare in pandemia covid

MilanoToday è in caricamento