Sala e le elezioni. «Io e i 5 Stelle? Meglio separati»

Il sindaco di Milano si pronuncia su una eventuale alleanza tra Pd e 5 Stelle alle comunali del 2021

«Se si votasse domani, io e i 5 Stelle dovremmo correre separati». Lo ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala parlando su La7 delle elezioni comunali del 2021, aggiungendo e ricordando di essere stato tra i primi a proporre un dialogo tra il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle, quando di governo "giallo-rosso" non si parlava affatto. 

Sala ha anche aggiunto di stimare da anni Beppe Grillo (i due, ad agosto, hanno pranzato insieme al mare in Toscana e questo ha fatto pensare a molti che avessero parlato di comunali). L'alleanza, eventuale, tra centrosinistra e 5 Stelle sotto la Madonnina metterebbe maggiormente in sicurezza la rielezione di Sala, anche se i numeri dei pentastellati sono sicuramente inferiori a quelli di quattro anni e mezzo fa.

Riguardo invece al Governo, il sindaco di Milano ha detto che non condivide l'idea di un rimpasto ma crede che il segretario del Pd Nicola Zingaretti dovrebbe assumersi un incarico ministeriale. «In questo momento difficilissimo non troverei sbagliato che i leader dei partiti che sostengono il Governo, siano nel Governo», ha commentato Sala.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento