Giovedì, 28 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2021

Sondaggio elezioni Milano: Sala al 49 per cento, la sua civica al 16,5. Pari Lega-Fdi

Il sondaggio di Ipsos/Corriere ipotizza però che si vada al ballottaggio, ma con Bernardo che partirebbe dal 34 per cento. Paragone al 3 per cento

Beppe Sala in netto vantaggio su Luca Bernardo: un secondo sondaggio, realizzato con interviste tra il 7 e il 13 settembre, conferma in linea di massima la 'fotografia' emersa recentemente riguardo alle elezioni comunali del 3 e 4 ottobre 2021, con eventuale ballottaggio due settimane più tardi. Il candidato del centrodestra, Bernardo, in entrambe le rilevazioni è sotto il 40 per cento. Ciò che cambia è la vittoria o meno di Sala fin dal primo turno. 

Il sondaggio Ipsos, commissionato dal "Corriere della Sera" e reso noto giovedì 16 settembre, pone Sala al 49 per cento delle preferenze dei milanesi per il sindaco: se il risultato fosse questo, il primo cittadino uscente sarebbe dunque costretto al ballottaggio. Bernardo è staccato ad appena il 34,9 per cento. Una distanza enorme, molto più grande di quella tra Sala e l'allora sfidante Stefano Parisi nel 2016. La terza candidata a sindaco sarebbe Layla Pavone, per il Movimento 5 Stelle, con il 6,4 per cento, mentre Gianluigi Paragone otterrebbe il 3 per cento e gli altri candidati si dividerebbero il restante 6,2 per cento.

Il sondaggio dei giorni scorsi (YouTrend per "Gedi") era più generoso verso i due candidati principali: Sala era dato al 51,4 per cento, Bernardo al 37,2 per cento. Mentre in caso di ballottaggio la vittoria di Sala sarebbe stata travolgente: oltre il 64 per cento. Le interviste in quel caso erano state effettuate tra il 3 e l'8 settembre.

Lega e Fdi pari, civica di Sala travolgente

Tornando alla nuova rilevazione, va meglio del candidato la somma delle liste a sostegno di Bernardo, con un pareggio assoluto tra Lega e Fratelli d'Italia (entrambe al 13,1 per cento) e, staccata, Forza Italia con il 7,1 per cento. La lista civica del sindaco è al 2,2 per cento e Milano Popolare, che ha 'speso' il nome di Maurizio Lupi nel simbolo, all'1,4 per cento. Nel centrosinistra, affermazione del Pd col 23,5 per cento dei consensi e doppia cifra per la lista Sala con il 16,5 per cento: sarebbero i primi due partiti di Milano. Molto staccate le altre liste, anzitutto Riformisti (2,5 per cento) e Milano Unita (2,4 per cento), poi Europa Verde (1,4 per cento) e le altre liste che, insieme, non supererebbero l'1,1 per cento (quindi Milano Radicale, Volt e Milano in Salute). 

Tra i terzi, particolarmente alto il consenso attribuito al Movimento 5 Stelle (8,5 per cento), mentre al contrario le due liste a sostegno di Paragone (quellla che porta il suo nome e Grande Nord) si fermerebbero, insieme, all'1,6 per cento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggio elezioni Milano: Sala al 49 per cento, la sua civica al 16,5. Pari Lega-Fdi

MilanoToday è in caricamento