menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni comunali, Sala prende ancora tempo: "Mancano 9 mesi, ora lavoro per Milano"

Il primo cittadino non scioglie ancora le riserve sulla sua ricandidatura. Le sue parole

Candidarsi o non candidarsi? Il sindaco di Milano, Beppe Sala, continua a sfogliare la margherita in vista della prossima chiamata alle urne di maggio 2021, quando il primo cittadino uscente sarà proprio lui. L'ex manager di Expo non ha mai comunicato ufficialmente la sua decisione - è verosimile che ancora lui non sia convinto al 100% - e anche giovedì mattina, alla commemorazione per la morte del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, non ha cancellato i dubbi sul futuro, fornendo però una spiegazione. 

"Mancano 9 mesi e sono veramente tantissimi, per cui senza fare date, in questo momento la priorità è stare molto concentrati su Milano", ha chiarito Sala, che non ha mai comunque escluso la possibilità di un secondo mandato. 

"Sto lavorando con la mia giunta per preparare un percorso che, come spiegherò nei prossimi giorni, è ampiamente avviato ma per cui è il momento di raccogliere le opinioni dei milanesi - ha spiegato il sindaco -. La mia non è tattica ma è la volontà di rimanere molto concentrato con la mia giunta, sulle cose da fare", ha poi ribadito, come a voler rendere il concetto ancora più credibile.

A chi gli ha chiesto se scioglierà la riserva a dicembre, come aveva fatto nel 2016, Sala ha risposto: "No, non penso. Io non voglio mettere in difficoltà nessuno nel caso non mi ricandidassi, sto lavorando con intensità per il futuro di Milano. È da escludere che io non ci stia pensando a ricandidarmi - ha garantito -. Sto facendo una serie di valutazioni che hanno carattere personale, per cui non voglio mettere in difficoltà nessuno". 

Sulla corsa a sindaco di Milano nei giorni scorsi è intervenuto anche il leader della Lega, milanese doc, Matteo Salvini, che in passato aveva preannunciato la volontà di diventare primo cittadino "a fine carriera". Il numero 1 del Carroccio ha sottolineato di non vedere più in Sala la "grinta" giusta e ha annunciato che si dedicherà a scegliere il candidato per le elezioni subito dopo le regionali di settembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento