Sabato, 18 Settembre 2021
Elezioni comunali 2021

Elezioni Milano, il sondaggio: Sala al 47 per cento, netto vantaggio su Bernardo

Il sondaggio Bidimedia realizzato tra il 25 e il 27 agosto

Il 77 per cento dei milanesi pensa che il prossimo sindaco di Milano sarà ancora l'uscente Beppe Sala, ricandidato per il centrosinistra. Solo il 7 per cento 'scommette' su Luca Bernardo, l'avversario schierato dal centrodestra. Netto appare anche il vantaggio di Sala per le intenzioni di voto: il sindaco uscente ottiene il 47,1 per cento delle preferenze degli intervistati mentre Bernardo si ferma al 39,8 per cento. Lo rivela un sondaggio BiDiMedia sulle elezioni comunali milanesi, che si svolgeranno il 3-4 ottobre (con eventuale ballottaggio due settimane più tardi). Le interviste sono state realizzate tra il 25 e il 27 agosto.

Nettamente distanti gli altri candidati a sindaco: Layla Pavone, del Movimento 5 Stelle, si ferma al 5,1 per cento, sufficiente per entrare in consiglio comunale con uno o due consiglieri. Gabriele Mariani (coalizione rossoverde di Milano in Comune e Civica AmbientaLista) è al 3,1 per cento ed entrerebbe a sua volta in consiglio. Gianluigi Paragone ottiene il 2,1 per cento. Sotto l'uno per cento gli altri candidati: Bianca Pedone (Potere al Popolo), Alessandro Pascale (Partito Comunista), Giorgio Goggi (Socialisti di Milano e Milano Liberale), Bryant Biavaschi (Milano inizia da qui) e Mauro Festa (Partito Gay). Gli indecisi restano il 28 per cento degli intervistati. 

Per quanto riguarda le singole liste, nel centrosinistra il Partito Democratico otterrebbe il 25 per cento e sarebbe confermato come il primo partito della città. La lista civica di Beppe Sala supererebbe il risultato del 2016 arrivando all'8,7 per cento. A sorpresa, i Riformisti (lista Lavoriamo per Milano) otterrebbero un onorevolissimo 5,4 per cento. La compagine di sinistra alleata a Sala (Milano Unita) si fermerebbe al 2,9 per cento, poi Europa Verde (1,4 per cento) e le restanti liste sotto l'1 per cento: Volt, Milano in Salute e Milano Radicale. 

Nel centrodestra, Lega e Fratelli d'Italia si contendono la leadership della coalizione: la prima è in testa (16,6 per cento), ma tallonata dal partito di Giorgia Meloni (14,2 per cento). Decisamente più indietro Forza Italia (6,7 per cento), poi la lista civica di Luca Bernardo (3,2 per cento). Marginali i centristi di Maurizio Lupi. Il Movimento 5 Stelle prenderebbe il 5,6 per cento di lista, un po' di più rispetto alla candidata a sindaco. Tra le liste di Mariani prevarrebbe Milano in Comune (2 per cento) su Civica AmbientaLista (1 per cento).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Milano, il sondaggio: Sala al 47 per cento, netto vantaggio su Bernardo

MilanoToday è in caricamento