Elezioni comunali 2021

Salvini: "Dopo aver vinto andiamo a sbianchettare corso Buenos Aires"

L'attacco alla pista ciclabile durante la prima uscita pubblica del candidato sindaco Luca Bernardo

La pista ciclabile di Corso Buenos Aires

Dopo le elezioni comunali di Milano, "andremo insieme a sbianchettare corso Buenos Aires". Lo ha detto Matteo Salvini, leader della Lega, riferendosi alla pista ciclabile di recente costituzione nel corso, durante un evento in corso Magenta legato ai sei referendum sulla giustizia che la Lega ha promosso insieme al Partito Radicale Transnazionale.

Con lui il neo candidato sindaco del centrodestra, il primario di pediatria al Fatebenefratelli Luca Benardo. Tema 'caldo', la mobilità. Ne aveva parlato, qualche giorno fa, Vittorio Feltri, direttore editoriale di Libero e capolista di Fratelli d'Italia, citando appunto le piste ciclabili e le 'zanzare' alias monopattini elettrici. "Le piste ciclabili - ha detto Salvini - vanno ridisegnate all’interno di un progetto e soprattutto ascoltando i residenti. Poi ci sono alcune piste che a Milano hanno poco senso di esistere: quelle in corso Buenos Aires o in Porta Nuova, davanti all’ospedale, dove creano intasamenti e bloccano le ambulanze".

La squadra

E sempre riguardo alle comunali (che dovrebbero tenersi il 10 e 11 ottobre, ma c'è chi spinge per un rinvio di una settimana), Salvini ha confermato che vorrebbe in squadra l'ex sindaco Gabriele Albertini, anche se gli altri partiti del centrodestra hanno fatto capire di non gradirlo come eventuale vice sindaco di Bernardo e lui non gradirebbe fare il "semplice" assessore. Per la lista della Lega, invece, il leader vorrebbe un civico, magari di quelli che hanno partecipato alla corsa al candidato sindaco, come i manager Roberto Rasia dal Polo o Oscar di Montigny, oppure la presidente di Federfarma Lombardia Annarosa Racca. Con "un medico che è stato in prima linea in questo anno e mezzo" a guidare la squadra.

Si è detto di Fdi, che ha annunciato la capolistura di Feltri. Forza Italia sta cercando un nome femminile che guidi la lista (forse sarà la parlamentare Cristina Rossello). E ci sarà anche una lista civica in sostegno a Bernardo. Lo ha detto lui stesso specificando però che "la fretta è una cattiva consigliera": tempo al tempo, dunque.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini: "Dopo aver vinto andiamo a sbianchettare corso Buenos Aires"

MilanoToday è in caricamento