Domenica, 17 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2021

Elezioni 2021: aggiornamenti e notizie in diretta. Affluenza al 31%

Sala, che parte da favorito, contro Bernardo e Pavone (M5s). Alle 19, affluenza a Milano al 31%, molto bassa

Da domenica 3 ottobre si vota anche a Milano (e in 24 Comuni milanesi) per l'elezione dei nuovi Consigli Comunali. In città il sindaco uscente Beppe Sala, che ha al suo fianco ben otto liste, dovrà vedersela con Luca Bernardo per il centrodestra e con la manager Layla Pavone per i 5 stelle. Tra i candidati anche anche un no vax della lista del Movimento 3V. La capolista della Lega è la presidente di Federfarma Lombardia Annarosa Racca, quello di FdI è il giornalista Vittorio Feltri. Seggi aperti dalle 7 alle 23; e dalle 7 alle 15 di lunedì 4 ottobre. In Lombardia, si vota in 236 Comuni. Alle urne sono chiamati in totale oltre 2 milioni di lombardi. Per votare non serve il greenpass.

Sala e Bernardo al voto

Alle 11 in punto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha votato alla sezione 512 del seggio del liceo Parini di via Goito. Dopo aver ricevuto le sue schede elettorali, il candidato del centrosinistra è entrato nella cabina numero 2 ed ha espresso i suoi voti. All'uscita dal seggio, il primo cittadino di Milano ha voluto fare un appello al voto ai suoi concittadini: "Votare è un diritto e un dovere, cinque anni sono lunghi. È un voto importante. Per cui andiamoci tutti". A chi gli chiedeva se Milano riuscirà a rispondere e a superare la bassa affluenza fatta registrare nel 2016, Sala ha risposto: "Difficile dirlo. Per lo meno lo spero, perché quello per il sindaco è un voto importante per i cinque anni che ci aspettano. Di nuovo, consiglio a tutti di andare a votare".

Lo sfidante Luca Bernardo ha votato alla scuola media Mauri, zona corso Vercelli. "Tutti vadano a votare - ha detto -. È non solo l'augurio, ma la richiesta di tutti noi. Non solo dei candidati, ma della città di Milano perché possa cambiare. È un gesto di libertà, di scegliere chi guiderà la città del futuro, un gesto per dire che Milano c'è, è presente e ha quel coraggio che i cittadini milanesi hanno di scegliere la loro guida".

L'affluenza

A Milano e provincia alle 12 di domenica ha votato il 13,2% degli aventi diritto. E' all'11% l'affluenza alle 12 di Milano città. Nel 2016, quando si votò in un solo giorno, l'affluenza a Milano alle 12 era stata del 15,56%. Alle 19, poi, in tutta la regione ha votato il 34,11% degli aventi diritto. Nella scorsa tornata elettorale aveva votato il 46,75% degli aventi diritto ma in quel caso le Comunali si svolgevano soltanto in una giornata. A Milano e provincia alle 19 ha votato il 31,96%. E' al 31,02% l'affluenza alle 19 alle elezioni amministrative di Milano città. Nel 2016, quando si votò in un solo giorno, l'affluenza alle 19 era stata del 42,44%.

Le schede: tutti i candidati sindaco a Milano 

Tutti i comuni al voto

Nella Città Metropolitana di Milano sono 24 i comuni al voto, tra cui Milano stessa. In 16 città, salvo sorprese, il sindaco verrà eletto già al primo turno (sono i comuni che hanno una popolazione inferiore ai 15mila abitanti); i restanti otto, invece, rischiano di andare al ballottaggio.

Tutti i comuni al voto:

  • Buscate
  • Cambiago
  • Carugate
  • Cassano d'Adda
  • Cassinetta di Lugagnano
  • Cerro al Lambro
  • Corbetta
  • Dairago
  • Inzago
  • Mediglia
  • Milano
  • Nerviano
  • Opera
  • Peschiera Borromeo
  • Pessano con Bornago
  • Pioltello
  • Pozzo d'Adda
  • Rho
  • Robecchetto con Induno
  • Rosate
  • San Giuliano Milanese
  • Sedriano
  • Turbigo
  • Villa Cortese

Come si vota alle elezioni comunali

Per votare alle elezioni comunali bisogna presentarsi al proprio seggio (la sezione è indicata sulla scheda elettorale) con un documento di identità valido e, appunto, la scheda elettorale. Chi l'ha smarrita o ha finito gli spazi per i timbri può chiederla all'ufficio anagrafe del proprio comune che, proprio per facilitare le operazioni di voto, rispetterà orari di apertura più ampi. 

Palazzo Marino, inoltre ha realizzato una pagina web dove è possibile verificare il seggio di appartenenza inserendo l’indirizzo di residenza o il numero di tessera elettorale.

Come si vota nei comuni sotto ai 15mila abitanti

Nei comuni sotto ai 15mila abitanti l'elezione del sindaco e del consiglio comunale è diretta e non è previsto alcun ballottaggio (salvo parità di preferenze).

Si esprime la propria preferenza tracciando un segno sul candidato sindaco o sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato.

Nei comuni fino a 5mila abitanti si può esprimere una sola preferenza mentre nei comuni con popolazione superiore a 5mila abitanti è possibile indicare fino a due preferenze. In questo caso, tuttavia, devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.

È eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Solo in caso di parità di voti tra due candidati si tornerà a votare per questi ultimi il 17 e 18 ottobre. Dunque martedì 5 ottobre, salvo sorprese, saranno eletti i sindaci dei comuni di Carugate, Opera, Mediglia, Sedirano, Inzago, Pessago con Bornago, Turbigo, Cambiago, Villa Cortese, Dairago, Pozzo d'Adda, Rosate, Cerro al Lambro, Robecchetto con Induno, Buscate, Cassinetta di Lugagnano.

Come si vota nei comuni sopra ai 15mila abitanti

Nei comuni con più di 15mila abitanti è eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Se nessun candidato raggiunge tale soglia gli elettori torneranno alle urne domenica e lunedì 18 ottobre per il ballottaggio a cui parteciperanno i due candidati più votati.

Nei comuni con più di 15mila abitanti (quindi Milano, Rho, San Giuliano Milanese, Pioltello, Peschiera Borromeo, Cassano d'Adda, Corbetta e Nerviano) si può votare in diversi modi:

  • si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco; in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
  • si può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri;
  • esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata.

Le sfide nelle altre grandi città

A Roma, dove le liste presentate sono complessivamente 39, la sindaca ricandidata Virginia Raggi ne schiera sei. Con Roberto Gualtieri (7 liste) c'è Ubaldo Righetti, campione d'Italia con la Roma di Liedholm nel 1982/1983. L'ex calciatore troverà sull'altro versante una sua vecchia conoscenza: lo storico centrocampista giallorosso Antonio Di Carlo, al fianco di Enrico Michetti (centrodestra). L'avvocato 'tribuno' può far conto anche sull'ex capitano biancoceleste Angelo Gregucci e sull'attore comico Pippo Franco. Quanto a Carlo Calenda ha puntato su una sola lista capeggiata da un'imprenditrice.

A Napoli complessivamente sono sette i candidati sindaco: oltre a Gaetano Manfredi (Pd e M5s) e Catello Maresca, c'è Antonio Bassolino e Matteo Brambilla (dissidenti 5s). Non manca un aspirante primo cittadino del movimento 3V, area no vax e no Green pass.

Torino le liste sono 30 a sostegno di 13 candidati sindaco, tra cui Stefano Lo Russo per il centrosinistra, Paolo Damilano per il centrodestra e Valentina Sganga per il M5s. 

19 le liste presentate a Bologna, a sostegno di otto candidati. Matteo Lepore, sostenuto da Pd e 5s, schiera, oltre alla sardina Mattia Santori, la prof di Patrick Zaki Rita Monticelli. L'avversario di centrodestra è Fabio Battistini. Il candidato Andrea Tosatto è sostenuto da 3V - Verità libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021: aggiornamenti e notizie in diretta. Affluenza al 31%

MilanoToday è in caricamento