rotate-mobile
Elezioni comunali 2016

Sala-Radicali: accordo sui programmi anche per i nove Municipi

Dalla promozione culturale nelle stazioni del metrò a strumenti per raccogliere la soddisfazione dei cittadini sulle politiche di Municipio, fino alla trasparenza totale sugli atti

Non solo Palazzo Marino: Giuseppe Sala (candidato sindaco di centrosinistra) e i Radicali (che al primo turno candidavano a sindaco Marco Cappato), oltre all'apparentamento ufficiale in vista del ballottaggio, hanno stretto un accordo anche per i nove Municipi, che hanno già tutti una maggioranza certa perché in ognuno di loro almeno un candidato ha superato il 40% dei consensi. Cinque Municipi in particolare sono andati al centrodestra, quattro al centrosinistra.

Le liste dei Radicali e "Beppe Sala Noi Milano" hanno individuato alcuni punti definiti come obiettivi comuni. Il primo impegno è quello di inserire, nei regolamenti dei Municipi, alcuni strumenti per far sì che i cittadini possano conoscere tutta l'attività dei consigli di Municipio e alcuni dati dei consiglieri municipali, tra cui l'email privata e il curriculum. 

Un altro punto dell'accordo è un programma, in ogni Municipio, di iniziative culturali nelle stazioni della metropolitana, per promuovere l'arte, l'architettura e il design. E poi un piano di interventi per l'accessibilità ai disabili degli impianti sportivi e un progetto di informazione sessuale nelle scuole.

Infine, iniziative per misurare la soddisfazione dei cittadini rispetto ai servizi forniti dalle istituzioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala-Radicali: accordo sui programmi anche per i nove Municipi

MilanoToday è in caricamento