Venerdì, 25 Giugno 2021
Elezioni comunali 2016

Alternativa Municipale sul ballottaggio: "Libertà di voto ma bene Parisi"

La lista che candidava a sindaco Luigi Santambrogio ha apprezzato la proposta di Parisi sul "debat public" in stile francese per raccogliere le opinioni dei cittadini sui temi più importanti

Luigi Santambrogio (Alternativa Municipale) (Fb)

Alternativa Municipale lascia libertà di voto tra Giuseppe Sala e Stefano Parisi in occasione del ballottaggio del 19 giugno. Da Luigi Santambrogio, candidato sindaco al primo turno, nessuna esplicita indicazione di voto, dopo che la lista non si è ufficialmente apparentata (la scadenza sarebbe stata domenica 12) con nessuno dei due candidati rimasti.

La lista ha incontrato comunque sia Parisi sia alcuni rappresentanti di centrosinistra. Ma dalla nota ufficiale di Am si intuisce comunque una marcata preferenza verso Parisi: "Ha fatto propria la nostra proposta di consultazioni popolari sul modello del 'debact public' francese e non solo della pratica referendaria", si legge. "L'idea di rendere istituzionale la pratica per cui, di volta in volta, si raccoglie il parere della maggioranza dei milanesi sulle questioni prioritarie per la città è un'idea fondamentale per rigenerare la nostra democrazia dal basso".

Alternativa Municipale è stata fondata da Roberto Biscardini e Felice Besostri, entrambi socialisti: l'uno è consigliere comunale uscente (eletto nella lista del Pd, poi abbandonata per il gruppo misto), l'altro era capolista di Am in consiglio comunale. Il candidato sindaco, Luigi Santambrogio, è stato assessore con la giunta leghista di Marco Formentini nel 1993 e poi presidente di Italia Nostra Lombardia. In alcuni Municipi Am si presentava in coalizione coi Radicali.

Santambrogio ha ottenuto 1.483 voti, pari allo 0,28%. La lista ne ha ottenuti 1.477, pari allo 0,27%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alternativa Municipale sul ballottaggio: "Libertà di voto ma bene Parisi"

MilanoToday è in caricamento