Venerdì, 18 Giugno 2021
Elezioni comunali 2016

Elezioni, Balzani dice no: non guiderà la lista "arancione" ma sostiene Sala

Il rifiuto del vice sindaco nonostante tutti auspicassero per lei il ruolo di capolista della lista a sinistra del Pd ma alleata. "Preferisco portare programmi alla coalizione"

Francesca Balzani

Francesca Balzani non guiderà la lista "arancione" in appoggio a Giuseppe Sala. Il motivo sembra essere quello del rischio "marginalità" rispetto al Partito democratico. Sconfitta da Sala alle primarie, Balzani - attuale vice sindaco e assessore al bilancio - avrebbe dovuto fare da "garante" nella coalizione per evitare che si perdessero voti verso la sinistra radicale, che alle primarie non ha partecipato e che si sta organizzando con un proprio candidato a sindaco.

Ma nella lista "arancione" sarebbero rimasti di fatto soltanto pezzi di sinistra, come Sel, i Verdi e gli "arancioni" - appunto - della prima ora, mentre singole personalità di area dem, come Pierfrancesco Majorino o Stefano Boeri, non sarebbero confluiti. Il rischio sarebbe stato quello di contare troppo poco, o - detto in altri termini - di non riuscire davvero a portare un valore aggiunto aggregando "al di là" della sinistra. 

Questi i motivi ufficiali. Alla fine, Balzani continuerà comunque ad appoggiare Sala e il centrosinistra, ma non guiderà più la lista che era stata "architettata" su sua misura. E che comunque ci sarà, per dare voce e anima ai militanti ed elettori che vogliono proseguire l'esperienza della coalizione ma non vogliono votare per il Partito democratico né, tantomeno, per l'altra lista affiancata, che sarà strettamente "ispirata" dal candidato a sindaco Sala.

Balzani ne fa una questione di metodo: pensare meno ai nomi, alle liste, alla "ingegneria elettorale", e di più ai programmi, alle idee, al futuro della città. Ed auspica che Sala si dimostri in grado di dare forza e rappresentanza a tutte le anime della sinistra e non solo al Pd. Quanto a lei, non si candida, dunque, ma resta in gioco. Come vice sindaco uscente, ma probabilmente non riconfermata in quel ruolo (si vedrà), cercherà di portare nel programma elettorale i suoi argomenti. 

Quanto al destino della lista, tra i possibili capilista sono spuntati i nomi di Gad Lerner o Paolo Limonta; più improbabile che siano i consiglieri comunali di Sel uscenti: Mirko Mazzali, Luca Gibillini o Patrizia Quartieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Balzani dice no: non guiderà la lista "arancione" ma sostiene Sala

MilanoToday è in caricamento