Elezioni comunali 2016

Lupi: «Ncd con il centrosinistra è un'ipotesi impraticabile»

Il leader milanese di Ncd lancia un segnale forte in una intervista a Libero. E a Salvini: «Decida se vuole essere protagonista o antagonista». Intanto Passera conquista sempre più spazio

Maurizio Lupi

Con chi va Ncd a Milano? La domanda continua a imperverrsare nella politica cittadina, nonostante in realtà i vertici milanesi del partito del ministro dell'interno Angelino Alfano abbiano sempre negato di volersi "accodare" al centrosinistra. E' anche vero, però, che una parte della Lega Nord ha messo - da tempo - un forte paletto, quello dell'appoggio al governo di Matteo Renzi: finché dura, non c'è spazio per loro nel centrodestra milanese. Una posizione fatta propria dal leader del Carroccio Matteo Salvini, anche se il governatore lombardo Roberto Maroni (che al Pirellone governa insieme a Ncd) ha espresso un'opinione diversa.

Maurizio Lupi, che di Ncd a Milano è il leader indiscusso, è tornato sull'argomento con una intervista a Libero. E ha definito «ipotesi impraticabile» l'alleanza con il centrosinistra. Ragion per cui non sarebbe in discussione la coalizione che governa in regione. Lupi - per molto tempo considerato il più probabile candidato a sindaco di Milano per il centrodestra - è consapevole che questa ambizione non ha molte chances di essere portata avanti, ma cerca almeno che il suo partito non sia tagliato fuori dall'alleanza, altrettanto consapevole che, alla fine, è importante non disperdere voti se si vuole cercare di insidiare il centrosinistra.

«Salvini - dichiara Lupi in proposito - decida se vuole essere un protagonista o un antagonista. Milano è un'opportunità per il centrodestra per riaffermare un nuovo modello di governo vincente».

Al centro dello schieramento di centrodestra, per il momento, vi è saldamente solo la lista Noi x Milano, guidata da Nicolò Mardegan, tra l'altro ex Ncd, sebbene Corrado Passera - candidatosi a sindaco per Italia Unica, il suo movimento - si stia ritagliando ogni giorno una fetta sempre più significativa di spazio pubblico, anche a discapito delle iniziative dei partiti di centrodestra, che gli fanno la "corte" da tempo per indurlo a ritirarsi ma che, alla fine, potrebbero cambiare domanda e chiedergli invece la disponibilità a candidarsi per tutto lo schieramento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupi: «Ncd con il centrosinistra è un'ipotesi impraticabile»

MilanoToday è in caricamento