Lunedì, 15 Luglio 2024
Elezioni comunali 2016

Ballottaggio, Radicali chiedono apparentamento con Sala

E il candidato di centrosinistra apre: "Lo incontrerò e troveremo la formula giusta"

Marco Cappato, candidato sindaco dei Radicali al primo turno, ha chiesto pubblicamente l'apparentamento con Giuseppe Sala (centrosinistra) per il ballottaggio del 19 giugno. La scelta era nell'aria, ma i Radicali per tutta la settimana hanno in realtà aperto il dialogo con entrambi i candidati e hanno incontrato anche Stefano Parisi (centrodestra), dopo avere spiegato che sarebbero stati disposti anche al collegamento ufficiale, laddove fosse maturato un accordo politico "abbastanza solido".

Sia Sala sia Parisi avevano fatto dichiarazioni dopo gli incontri. Ma se Sala aveva fatto diverse aperture, sia sul tema della casa sia su quello della riapertura dei Navigli, Parisi da una parte aveva "chiuso" sui Navigli ("se abbiamo 170 milioni li usiamo per le infrastrutture"), dall'altra aveva detto di "non avere capito" che sul tavolo ci fosse la richiesta di apparentamento.

Così Cappato, venerdì sera, ha indetto una riunione con iscritti, militanti e candidati proponendo l'apparentamento col centrosinistra, con riscontri positivi. E sabato mattina ha reso pubblica la richiesta. "Chiederemo anche nuovi impegni politici e di programma, ma non per un negoziato", ha spiegato il leader milanese dei Radicali. Tra i motivi che hanno fatto propendere per Sala, Cappato ha citato anche la presenza della Lega Nord nella coalizione di centrodestra, seppur ridimensionata dal risultato elettorale: "E' una presenza che rischia di dare uno slancio da Milano in tutto il Paese a forze nazionaliste". Tornando poi a Sala, Cappato ha spiegato che la convergenza è sia su due punti del programma (immobili commerciali sfitti da destinare ad alloggi sociali e apertura Navigli) sia sul metodo (il referendum per consultare i cittadini) sia anche su ambiente, immigrazione e diritti civili.

Restano, tuttavia, gli esposti presentati dai Radicali sull'eventuale ineleggibilità di Sala a sindaco, riguardo a Cassa depositi e prestiti e al ruolo di Commissario Expo e relative dimissioni: temi sollevati da "Panorama" e che Cappato ha mantenuto vivi con esposti - appunto - all'anticorruzione. "Ci mancherebbe", ha spiegato Cappato, "che se c'è l'accordo ritiriamo gli esposti. La legalità c'è sempre, come valore. Saranno gli organi preposti, sulla base delle documentazioni in mano alla pubblica amministrazione, a dire se Sala può essere eletto o no".

Immediata la soddisfazione di Giuseppe Sala: "Ho intenzione di chiudere l'accordo. Incontrerò Cappato in queste ore e troveremo la formula. Sono molto positivo sull'idea di avere i Radicali con noi perché sono una coscienza critica, perché sulla trasparenza hanno fatto le loro battaglie, in alcune casi anche richiamandomi su alcune cose, ma non importa. La nostra mentalità è quella". E riguardo agli esposti, Sala ha ribattuto che "non è un tema né un vincolo, io parlo di programmi e di poiltica".

Resta da valutare lo scenario circolato negli ultimi giorni, cioè che - in caso di collegamento ufficiale tra Sala (e il centrosinistra) e i Radicali - potrebbero venire a mancare molti dei voti di Milano in Comune, la lista di estrema sinistra che al primo turno candidava a sindaco Basilio Rizzo. Un tre e mezzo per cento che, per Sala, è ovviamente altrettanto prezioso dei 10 mila voti radicali.

Intanto l'ufficio elettorale ha chiarito che - anche in caso di apparentamento ufficiale - le liste escluse dall'assegnazione dei seggi al primo turno perché le loro coalizioni non avevano raggiunto il 3% rimarranno escluse. Questo significa che i Radicali, con l'1,8%, non conquisterebbero un seggio in consiglio comunale nemmeno apparentandosi con chi poi vincerà. Si tratta di una interpretazione, anche se proviene da chi poi dovrà materialmente assegnare i seggi. "Questo, se possibile, rafforza in un certo senso la nostra proposta di collegamento, perché non è certo fatta sulla base di un eventuale seggio in consiglio ma sulla base esclusiva di un accordo politico", ha commentato Cappato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, Radicali chiedono apparentamento con Sala
MilanoToday è in caricamento