Lunedì, 15 Luglio 2024
Elezioni comunali 2016

Ballottaggio, i Radicali tra Sala e Parisi: "Vogliamo apparentarci se c'è accordo politico"

Le dichiarazioni del candidato sindaco del primo turno Marco Cappato

I Radicali hanno incontrato sia Giuseppe Sala sia Stefano Parisi in vista di un accordo e di un eventuale apparentamento ufficiale per il ballottaggio di domenica 19 giugno. Per aggiungere il simbolo a quelli che sostengono uno dei due candidati c'è tempo fino a domenica 12, altrimenti c'è spazio per una semplice dichiarazione di appoggio.

Marco Cappato, candidato sindaco dei Radicali al primo turno, ha fatto il punto sulla situazione nel pomeriggio di venerdì 10 giugno, prima della riunione aperta di militanti, candidati e simpatizzanti prevista per la serata di venerdì. E ha annunciato che nel pomeriggio di sabato verrà comunicata una decisione definitiva.

"Non c'è ancora accordo con nessuno", ha affermato Cappato in conferenza stampa: "Abbiamo proposto impegni formali sui nostri obiettivi, aggiungendo che, sulla base delle risposte ottenute, il nostro interesse è fare campagna elettorale su quegli obiettivi. Quindi l'interesse all'apparentamento c'è". Parisi - dopo l'incontro - aveva invece asserito che "i Radicali non sono interessati all'apparentamento". 

Secondo quanto riferito dai Radicali, Parisi avrebbe comunque bisogno di consultare Silvio Berlusconi e Matteo Salvini prima di accogliere i Radicali stessi nella coalizione. In seguito all'incontro con Sala, invece, il candidato di centrosinistra ha "aperto" ai Radicali affermando che "molti punti del programma sono in comune", citando esplicitamente la riapertura dei Navigli a partire dal 2017, dopo uno studio approfondito.

"Per noi è fondamentale il rafforzamento dello strumento referendario", ha continuato Cappato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, i Radicali tra Sala e Parisi: "Vogliamo apparentarci se c'è accordo politico"
MilanoToday è in caricamento