rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Elezioni regionali 2023

Elezioni regionali, la Uil ai candidati: "Occupatevi di sanità e precariato"

Un manifesto del sindacato sottoposto ai candidati presidenti di Regione Lombardia. In realtà c'è di tutto. Ecco i temi proposti

Il sindacato Uil ha presentato a due candidati alla presidenza di Regione Lombardia (le elezioni si svolgeranno il 12 e 13 febbraio) un 'manifesto' predisposto su diversi temi tra cui sanità, welfare, lavoro, industria, pari opportunità e altro. I due candidati con cui la Uil si è incontrata (giovedì 26 gennaio) sono stati Attilio Fontana, presidente uscente e ricandidato per il centrodestra, e Pierfrancesco Majorino, candidato per il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle. Il 2 febbraio sarà la volta di Letizia Moratti, candidata per una lista civica e il terzo polo. Non fissato, finora, l'appuntamento con Mara Ghidorzi, candidata di Unione Popolare.

Tutte le liste e i candidati alle elezioni regionali

"In Lombardia - si legge in una nota del sindacato - la Uil ha il compito di creare occasioni di confronto, proposte, dibattito, su contrattazione, lavoro dignitoso, formazione, precariato, disuguaglianze, stato sociale, welfare, pari opportunità, sicurezza sui luoghi di lavoro, legalità, povertà, sviluppo sostenibile delle nostre città e dei quartieri, politiche sulla casa, sanità, mobilità e trasporti, transizione ecologica ed energetica e il futuro dei giovani". Secondo la Uil, si deve partire dalla riduzione della povertà, rafforzando gli strumenti nazionali per migliorare il potere d'acquisto di famiglie e pensionati in difficoltà.

Dalla sanità al mercato del lavoro, dalle politiche industriali alla sicurezza e legalità sul lavoro, dalla scuola alle pari opportunità, senza dimenticare i vari settori produttivi (edilizia, trasporti, agricoltura, commercio e servizi). Questi i temi del 'manifesto' della Uil: "Chiunque sia il vincitore - sottolinea il segretario generale lombardo Enrico Vizza - confermi gli attuali tavoli di confronto con il sindacato, magari implementandoli con la volontà di proseguire con quel percorso instaurato in questi anni". Alcuni dei temi sono di esclusiva competenza della Regione, altri (come il trasporto locale e le politiche sulla casa) riguardano sia la Regione sia altri enti.

Sanità e precariato

"Abbiamo posto - prosegue la Uil - la questione sulla sanità che deve essere garantita a tutti non solo a quelli che si possono permettere di pagare le visite. E poi c'è tutto il tema delle disuguaglianze, il tema della povertà, del precariato. Un ente come la Regione ha la possibilità di stabilizzare maggiormente i contratti. Dobbiamo seguire un po' quello che ha fatto la Spagna e avere dei contratti a termine solo per necessità. E ancora non dobbiamo tralasciare il tema delle politiche energetiche andando a investire ulteriormente risorse anche europee per quanto riguarda l'efficientamento degli immobili, ma pensando anche al territorio".

Iscriviti gratis al canale Youtube di MilanoToday: anteprime ed esclusive

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, la Uil ai candidati: "Occupatevi di sanità e precariato"

MilanoToday è in caricamento