Elezioni del 4 marzo 2018: i nuovi consiglieri regionali della Lombardia

Chi sono gli eletti e come è composto il nuovo consiglio comunale

Attilio Fontana

Attilio Fontana è il nuovo presidente della Regione Lombardia. L'esponente della Lega, sindaco di Varese per dieci anni, è stato eletto con il 49,74% dei consensi contro il 29,09% di Giorgio Gori, candidato del centrosinistra, e il 17,36% di Dario Violi del Movimento 5 Stelle.

A livello di liste si possono evidenziare i risultati non straordinari delle liste civiche con i nomi dei presidenti. La lista Fontana Presidente ha conquistato l'1,46% dei consensi, sensibilmente meno dell'omologa lista Maroni Presidente nel 2013; e la lista Gori Presidente il 3,03%. Entrambe comunque riescono ad eleggere consiglieri regionali.

Fontana batte Gori: la mappa del voto

La Lega risulta ora nettamente il primo partito in Regione, con quasi il 30% dei consensi: il doppio di Forza Italia. Netta sconfitta, nel centrodestra, per Energie per la Lombardia, la lista di Stefano Parisi, che raccoglie lo 0,53% dei voti. Il Movimento 5 Stelle si attesta su oltre il 17%, come il suo candidato presidente. Nel centrosinistra, Insieme e Civica Popolare replicano lo scarso risultato delle elezioni politiche (concomitanti), stando sotto l'1%. Marginale (0,38%) è anche Lombardia Progressista, la lista dell'area di Giuliano Pisapia, non presente alle politiche. Meglio +Europa, con poco più del 2%.

Le prime parole di Fontana da presidente della Lombardia

Fuori dagli schieramenti principali, delusione in casa Liberi e Uguali con il candidato presidente Onorio Rosati fermo all'1,93% e la lista al 2,12%. Mancano 3 mila voti a Rosati, che evidentemente sono andati a Gori con il voto disgiunto. LeU resta comunque fuori dal consiglio. Angela De Rosa (CasaPound), Massimo Gatti (Sinistra per la Lombardia) e Giulio Arrighini (Grande Nord) sono sotto l'1%.

I seggi in Regione: chi sono gli eletti

Una prima ripartizione di seggi parla di 28 consiglieri per la Lega Nord, 14 per Forza Italia, 4 per Fratelli d'Italia, 1 per la Lista Fontana e 1 per Noi per l'Italia, nel centrodestra; nel centrosinistra, il Pd dovrebbe conquistare 16 seggi. 2 seggi per la Lista Gori, 1 per +Europa con Emma Bonino. Al Movimento 5 Stelle, infine, 11 seggi. 

Nella circoscrizione di Milano e provincia, il più votato è l'assessore uscente al welfare Giulio Gallera di Forza Italia, con oltre 11.700 preferenze; circa 11.300, nella stessa lista, sono quelle di Silvia Sardone, consigliera comunale in carica. Poi, con 8 mila preferenze, Gianluca Comazzi e, con poco più di 6 mila, Fabio Altitonante. Si ferma a 5 mila il sindaco di Paderno Dugnano Marco Alparone.

In casa Lega, a Milano città Gianmarco Senna prende più voti di tutti, ma fanno bene Riccardo Pase (che proviene da Senago) e Curzio Trezzani (sindaco di Boffalora). Terzo è Massimiliano Bastoni, consigliere comunale di Milano, quinta Silvia Scurati, vicesindaco di Corsico. Sesto è Simone Giudici, consigliere comunale di Rho. 

In Fratelli d'Italia, dopo Riccardo De Corato si piazza Franco Lucente, sindaco di Tribiano. Terza è Giuliana Soldadino, riferimento dell'ex assessore di Forza Italia in Regione Mario Mantovani. Quarto è Romano La Russa. In Noi con l'Italia "trionfo" per l'ex assessore regionale Luca Del Gobbo con oltre 6 mila preferenze. Oltre 5 mila per Deborah Giovanati, trentenne assessore del Municipio 9 di Milano, ciellina di estrazione. La lista Fontana Presidente vede Pietro Marrapodi superare l'assessore allo sport uscente Antonio Rossi. Difficile, infine, per Energie per la Lombardia e Pensionati "staccare" il posto da consigliere regionale.

Nel Movimento 5 Stelle, a Milano, il "recordman" di voti è Massimo De Rosa, parlamentare uscente; poi Monica Forte, militante di Abbiategrasso, e il consigliere di Pieve Emanuele Gregorio Mammì. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel Pd, Pietro Bussolati (segretario metropolitano) prende oltre 8 mila preferenze, poi i consiglieri uscenti Carlo Borghetti e Fabio Pizzul, quarta Carmela Rozza (ex assessore a Palazzo Marino) e quinta Paola Bocci (consigliera comunale di Milano). La lista Gori Presidente vede il successo di un'altra consigliera comunale di Milano, Elisabetta Strada, con più di 2 mila voti, e del dirigente Acli Giambattista Armelloni. in +Europa con Emma Bonino, infine, prevale il medico della Mangiagalli Michele Usuelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento