Politica Rogoredo / Via Rogoredo

Profughi a Milano. Majorino attacca Alfano: "Dal lui nessuna risposta"

Migranti siriani fanno tappa a Milano. Critiche di Pierfrancesco Majorino: "Il Comune di Milano ha bisogno di risposte"

Emergenza profughi a Milano

Tra martedì 10 e mercoledì 11 giugno sono arrivati dal Sud più di cinquecento cittadini siriani, dallo scorso ottobre sono giunte 8.300 persone, più di duemila i bambini: “Dal 18 ottobre ad oggi abbiamo accolto, grazie al rapporto col Terzo Settore, con Caritars e con una rete di cittadini milanesi, 8.300 cittadini siriani, di cui almeno duemila bambini" afferma l’assessore Majorino, “Un flusso che non è affatto diminuito dalla visita a Milano più di un mese fa del Ministro Alfano. Da allora sono giunte 3.500 persone. Non si capisce quale ruolo svolga Alfano e che lavoro faccia: dovrebbe seriamente valutare di dedicarsi ad altro, visto che evidentemente non intende far fronte alla situazione generatasi. Alfano, infatti, si è mostrato totalmente assente e incapace di assumersi responsabilità e di prendere decisioni”.

“L'ultimo episodio di queste ore è particolarmente grave e surreale", denuncia Majorino, "Sono arrivati da Taranto, attraverso un viaggio organizzato, decine di profughi ora presenti presso la stazione di Rogoredo. Scaricati a Milano e crediamo anche a Roma nella assoluta assenza del Viminale e a fronte dell'immobilismo del Governo. Facciamo presente che la situazione attuale non fa altro che alimentare la funzione delle organizzazioni criminali che spesso gestiscono pezzi di tratta’".

Da tempo il Comune di Milano ha chiesto, sempre inascoltato, l’attuazione di alcune soluzioni: un piano nazionale di smistamento e accoglienza di tutti i flussi; il riconoscimento di un permesso temporaneo per i rifugiati sulla scorta di quanto accaduto tre anni fa in relazione all'emergenza Tunisia, che permetta ai profughi di circolare in Europa non in balia delle organizzazioni criminali; l'utilizzo di spazi (da quelli presenti nella Stazione Centrale di Milano al CIE di via Corelli) per la gestione dell’accoglienza in emergenza.

“Tutte cose rispetto alle quali", conclude Majorino, "il Ministro dell’Interno Alfano è da settimane completamente immobile. Immobilismo a cui fa seguito la totale deresponsabilizzazione di Regione Lombardia, sin qui assolutamente non pervenuta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi a Milano. Majorino attacca Alfano: "Dal lui nessuna risposta"

MilanoToday è in caricamento