Politica

Esodati, Cecchetti: “Truffati dallo stato 350mila lavoratori, di cui almeno 50mila lombardi. Regione si attivi”

Presentata mozione urgente in Consiglio Regionale da Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) sulle questioni dei “lavoratori esodati” e delle ricongiunzioni pensionistiche.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Presentata mozione urgente in Consiglio Regionale sulle questioni dei "lavoratori esodati" e delle ricongiunzioni pensionistiche. Nel merito è intervenuto il Presidente della Commissione Bilancio e primo firmatario, Fabrizio Cecchetti.

"Le stime - spiega Cecchetti - dicono che circa 350.000 lavoratori si troveranno presto intrappolati in una situazione gravissima, senza lavoro né pensione. Si tratta dei cosiddetti "esodati", persone che hanno già concluso una trattativa per andare in pensione e ora non potranno più farlo a causa dell'innalzamento dell'età prevista, ma purtroppo, al contempo, sono rimasti senza il loro posto di lavoro. Inoltre esiste il grosso problema delle ricongiunzioni: si tratta di coloro che devono trasferire i contributi dai fondi pensionistici speciali alla gestione Inps si vedono costretti a pagare oneri di dimensioni spropositate che in certi casi estremi arrivano a superare addirittura i 200.000 euro.

I dati sul numero esatto di lavoratori coinvolti in queste problematiche non è ancora chiaro nemmeno al Ministero del Lavoro ma si stima che nella sola Lombardia questa situazione potrebbe riguardare dalle 50.000 alle 70.000 persone. Un vero e proprio esercito di truffati dallo Stato.

Sì, perché a questo punto i casi sono due: o i tecnici dell'esecutivo sono degli incompetenti, oppure non si tratta semplicemente di un errore ma di una vera e propria truffa messa in atto da un Governo che, nel concreto, è stato capace solo di aumentare le tasse e spremere cittadini e piccole imprese. Non si può tacere difronte all'ennesima pugnalata alle spalle del Nord, dove si concentra oltre il 60% delle pensioni d'anzianità.

Con la mozione in oggetto chiediamo a Regione Lombardia di attivarsi con tempestività perché si solleciti il Governo nazionale per risolvere questa situazione vergognosa - conclude Cecchetti - che rischia di mettere in ginocchio decine di migliaia di famiglie."

Milano, 30 marzo 2012

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esodati, Cecchetti: “Truffati dallo stato 350mila lavoratori, di cui almeno 50mila lombardi. Regione si attivi”

MilanoToday è in caricamento