menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ciclabile

La ciclabile

Regione Lombardia e Comune di Milano ai ferri corti per la ciclabile in Buenos Aires

Il sindaco Sala su Facebook si scaglia contro l'esposto presentato da De Corato: "Ciò rappresenta una svolta profondamente negativa nella relazione fra Regione e Comune"

“In qualità di assessore regionale alla sicurezza stradale, ho presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Milano per segnalare la vicenda della pista ciclabile realizzata in parte di corso Venezia e corso Buenos Aires dal Comune di Milano. Questo esposto è stato fatto affinché la magistratura verifichi se sussistono i requisiti come l’ordinanza e le planimetrie, che a nostro avviso mancano, per modificare la viabilità del tratto stradale preso in considerazione”.

Con questa nota l’ex vice sindaco di Milano ed assessore regionale alla sicurezza, polizia locale ed immigrazione, Riccardo De Corato, aveva comunicato la sua iniziativa di presentare un esposto sulla pista ciclabile in Procura. Una decisione che ha mandato su tutte le furie Palazzo Marino.

Esposto di De Corato Contro la Ciclabile-2

“Con la petizione online, iniziata alcune settimane fa, contro questa corsia dedicata alle bici, abbiamo raggiunto le 1.600 adesioni. Da giovedì, inoltre, - aveva concluso De Corato - partirà la raccolta firme in piazza Oberdan, dalle 15 alle 18, per dire no ad una pista ciclabile realizzata nella foga ‘green’ della Giunta che crea danno ai commercianti, ingorghi del traffico e insicurezza per gli stessi ciclisti”.

Sala: svolta negativa nei rapporti con la Regione

La risposta del sindaco Beppe Sala non si è fatta attendere e l'ha affidata direttamente a Facebook: “Oggi un assessore di Regione Lombardia ha reso noto di aver presentato alla Procura della Repubblica di Milano un esposto sulla pista ciclabile di corso Venezia e corso Buenos Aires. Se siamo arrivati a questo punto ne prendo atto, ma è evidente che ciò rappresenta una svolta profondamente negativa nella relazione fra Regione e Comune”.

“Suppongo che prima di agire con una modalità così anomala abbia avvisato il presidente Fontana”, ha concluso Sala.

Immediata la risposta della Regione, che si “smarca”

La Regione Lombardia si “smarca” subito. E in merito all'esposto precisa in una nota diramata poco dopo lo sfogo del sindaco che “l'iniziativa non è frutto della Giunta regionale e del suo presidente Attilio Fontana”. “Tale azione dunque - conclude la Nota - va ricondotta a un atto di carattere puramente personale”. 

Sala su Fb contro De Corato-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento