Agenzia del Farmaco, Pd e Forza Italia alla Commissione: "Amsterdam non pronta"

Interrogazione delle europarlamentari Gardini (Fi) e Toia (Pd). Amsterdam si era vista assegnare l'agenzia con la monetina, ma è in ritardo con la costruzione della sede

La sede londinese dell'agenzia del farmaco

Lo smacco della sconfitta di Milano nella gara per accaparrarsi la sede dell'Ema (l'agenzia del farmaco, ora a Londra, che traslocherà per la Brexit), col prevalere di Amsterdam grazie alla monetina, potrebbe trasformarsi in una "rivincita" per il capoluogo lombardo. Se infatti Milano ha messo a disposizione il Pirellone, edificio molto grande, ben posizionato e soprattutto già pronto, la capitale olandese ha proposto un edificio che deve essere ancora costruito. E su cui le voci di un ritardo nelle tempistiche si fanno sempre più insistenti.

Così due europarlamentari italiane, Elisabetta Gardini di Forza Italia e Patrizia Toia del Partito Democratico, entrambe capodelegazioni al Parlamento europeo dei rispettivi partiti, hanno presentato una interrogazione congiunta alla Commissione europea per chiedere la "riapertura" del dossier, perché Amsterdam non sembra in grado di garantire all'agenzia una sede entro marzo del 2019. Ad Amsterdam non sarebbe disponibile nemmeno una sede temporanea in vista dell'ultimazione di quella definitiva.

Non è una questione da poco. L'operatività dell'agenzia del farmaco è fondamentale per la salute di tutti i cittadini europei, e la sua continuità è dunque indispensabile. Ma non è tutto. Il Parlamento europeo, infatti, deve ancora dare l'assenso al regolamento dell'Ue che, tra l'altro, statuisce che la nuova sede dell'Ema sarà ad Amsterdam. Regolamento che, per ora, è una bozza della Commissione, che però il Parlamento può modificare in ogni sua parte, compresa la città della sede. 

In assensa di un fatto eclatante, tuttavia, sembra davvero improbabile che il Parlamento europeo modifichi la sede dell'Ema. Occorrerebbe tra l'altro la maggioranza dei parlamentari e poi anche l'assenso del Consiglio dell'Ue, l'organismo che aveva preso la decisione (seppur tirando una monetina). 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento