Mensa dei poveri, Altitonante torna in consiglio regionale: finita la sospensione per l'esponente di Fi

Il politico era andato ai domiciliari a maggio

Martedì 17 settembre è il giorno del ritorno di Fabio Altitonante in consiglio regionale. L'esponente di Forza Italia, coinvolto nell'inchiesta "mensa dei poveri", era stato arrestato all'inizio di maggio (ai domiciliari) insieme, tra gli altri, al collega di partito Pietro Tatarella, all'epoca consigliere comunale (in carcere). Altitonante, che era anche sottosegretario in Regione con la delega a Mind (ex area Expo), era stato sospeso dal ruolo di consigliere (per la Legge Severino) e si era dimesso dalla giunta. 

Ad agosto Altitonante è tornato libero: i magistrati del Tribunale di Sorveglianza hanno revocato per lui la custodia cautelare ai domiciliari; e ora è scaduta la sua sospensione dal consiglio regionale. Durante questo periodo era stato sostituito da Maurizio Broccanello, che ora esce automaticamente dal consiglio. Nel frattempo ha comunque percepito il 10% dell'emolumento, come da normativa. 

Improbabile che ora il presidente della giunta Attilio Fontana gli "restituisca" la delega a Mind, che però non era stata assegnata a nessun altro. Il Movimento 5 Stelle ha chiesto però espressamente che tale delega non gli venga riassegnata almeno "prima che venga chiarita la sua posizione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, bimbo di 5 anni precipita a scuola: soccorritori e prof con le lacrime agli occhi

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento