rotate-mobile
Politica

Primarie, Fabio Pizzul non perde tempo e ufficializza candidatura

L'esponente del Pd si candida alle primarie lombarde. E su Ambrosoli dice che dovrebbe concorrere anche lui. Ma il centrosinistra aspetta il "sì" dell'avvocato

Alla fine l'ufficialità è arrivata: Fabio Pizzul si candida alle primarie con cui il centrosinistra sceglierà il candidato a presidente della regione. Il cattolico consigliere regionale uscente del Pd ha definito le primarie "un passaggio irrinunciabile perché il centrosinistra si presenti in maniera credibile".

Riguardo alla sua candidatura ha parlato di "ponte che crea legami" ma anche di non pretendere di rappresentare l'intero Partito democratico. Pizzul è quindi il terzo candidato a "esporsi" dopo l'esponente di Sel Giulio Cavalli e la ginecologa Alessandra Kustermann.

Su tutti pesa l'ombra di Umberto Ambrosoli, che dopo il "gran rifiuto" ci starebbe seriamente ripensando. E' opinione diffusa nel centrosinistra che, se Ambrosoli dovesse alla fine dire di sì, le primarie non avrebbero più senso. Pizzul non è d'accordo. "Ambrosoli - spiega - sarebbe un'enorme risorsa per il centrosinistra, ma il passaggio delle primarie è opportuno per qualsiasi candidato forte".

Come a dire: partecipi alle primarie anche lui.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, Fabio Pizzul non perde tempo e ufficializza candidatura

MilanoToday è in caricamento