menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Family Day al Pirellone, polemiche sul patrocinio della Regione Lombardia

Il convegno è previsto per il 17 novembre e sarà aperto dal governatore Fontana

Torna a far discutere il Family Day: sabato 17 novembre, al Pirellone, diversi amministratori locali italiani si riuniranno per discutere l'agenda politica a sostegno della famiglia naturale e di altre tematiche correlate. Le polemiche sono esplose perché, come nel convegno del 2015, la Regione si è schierata in prima linea concedendo il patrocinio e la sala. Inoltre il governatore Attilio Fontana, della Lega, aprirà il convegno.

Ospiti "d'onore" altri due leghisti: il ministro della famiglia Lorenzo Fontana e l'assessore lombardo alla famiglia Silvia Piani. E ci saranno anche esponenti del Popolo della Famiglia. L'evento è stato duramente contestato da alcuni esponenti delle opposizioni in Regione. E' il caso di Monica Forte del Movimento 5 Stelle, secondo cui "il patrocinio regionale a un evento di parte è inopportuno perché non offre un segnale di rispetto e accoglienza per tutte le legittime diversità".

"Le differenze tra esseri umani e il reciproco rispetto sono valori che la Lombardia deve promuovere attivamente. La regione rappresenta tutti i lombardi, dalla famiglia tradizionale alle nuove famiglie ai single, con figli indipendentemente da condizioni personali come razza, cultura, credo o orientamento sessuale", conclude Forte.

Lo stesso ragionamento da parte di Paola Bocci e Matteo Piloni, del Partito Democratico: "Clima di aperta ostilità ai diritti civili conquistati passo dopo passo con anni di battaglie politiche e civili", affermano: "Il Popolo della Famiglia si spende contro le unioni civili in una Regione che, negli anni scorsi, ha assunto spesso posizioni di retroguardia. Lo stesso PdF si era speso contro il testamento biologico e contro la legge di contrasto all'omofobia, e oggi tra gli obiettivi dichiarati ha lo smantellamento delle riforme approvate durante la precedente legislatura".

Nella giornata di sabato si discuterà di educazione gender nelle scuole, contrasto al suicidio assistito e alla legalizzazione delle droghe leggere, utero in affitto, adozioni omogenitoriali e così via.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento