Politica

Festa di CasaPound a Milano, è polemica. Il comune: "No a manifestazioni fasciste"

La kermesse è in programma dall'11 al 13 settembre in un luogo per ora tenuto segreto

Uno striscione di CasaPound

Polemiche sulla festa di CasaPound in programma per l'11, 12 e 13 settembre a Milano. Luogo ancora segreto, ma si sa che il 12 settembre è in preparazione un concerto con band di estrema destra tra cui i Malnatt e i Ddt. E l'11 settembre una cena con spettacolo di burlesque. Tanto è bastato per chiedere al comune di Milano di agire affinché il raduno non si svolga. Tanto più che, sempre per quei giorni, è prevista anche una festa di Forza Nuova, questa volta però a Cantù in provincia di Como.

E il comune ha risposto. In particolare lo ha fatto Marco Granelli, assessore a coesione sociale e sicurezza, con un post su Facebook. Granelli ha spiegato di avere già chiesto al prefetto di discutere l'argomento della festa di CasaPound al prossimo incontro del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. E ha aggiunto: "Ho ribadito a Tronca la ferma contrarietà del comune di Milano, città Medaglia d'oro della Resistenza, allo svolgimento sul suo territorio di manifestazioni con evidenti connotazioni fasciste".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di CasaPound a Milano, è polemica. Il comune: "No a manifestazioni fasciste"

MilanoToday è in caricamento